Archivio notizie 2020

Movida sicura, la Croce Rossa sottopone più di 60 ragazzi all'alcoltest

Movida alcoltest Croce Rossa La Spezia

Più di 60 ragazzi si sono sottoposti volontariamente ieri sera, nelle piazze della movida in centro, agli alcoltest gratuiti della Croce Rossa della Spezia. I Giovani della CRI spezzina hanno effettuato i test per stabilire il valore dell’alcol contenuto nel sangue, distribuendo ai frequentatori della vita notturna anche degli alcoltest monouso, utilizzabili liberamente prima di mettersi alla guida, insieme a delle brochure informative sui buoni comportamenti da seguire per evitare incidenti stradali. I Giovani della Croce Rossa, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid, hanno anche proposto ai ragazzi dei quiz per valutare il loro grado di consapevolezza sul tema della sicurezza stradale: tutti i dati raccolti verranno presentati a novembre nel corso di una conferenza stampa.

L’attività rientra nel progetto “Saturday night live”, lanciato dalla Croce Rossa della Spezia con il sostegno del Sindacato nazionale degli agenti di assicurazione, che ha l’obiettivo di prevenire l’abuso di alcol tra i giovani, promuovendo un comportamento responsabile in modo da determinare una diminuzione degli incidenti stradali e delle sanzioni legate all’abuso di alcol prima di mettersi alla guida. Anche un solo comportamento sbagliato, infatti, spesso può causare conseguenze fatali: per questo i Giovani CRI sono impegnati in queste settimane nelle piazze del centro per far capire ai loro coetanei che è anche possibile divertirsi responsabilmente.

[ISCRIZIONI CHIUSE] Al via il nuovo corso per diventare Volontari della Croce Rossa: ecco tutte le informazioni

Nuovo corso di accesso Croce Rossa La Spezia

AGGIORNAMENTO: le iscrizioni sono chiuse per il raggiungimento del numero massimo di partecipanti

Inizierà il 10 settembre il nuovo corso di accesso per diventare volontari della Croce Rossa della Spezia. Dopo l’ondata di solidarietà e le numerose donazioni ricevute durante la fase più critica dell’emergenza Covid-19, la CRI spezzina ora chiama a raccolta gli aspiranti volontari che vogliono unirsi all’associazione per svolgere le attività di assistenza ai più deboli sul territorio.

Il corso si svilupperà in 26 ore di lezioni teorico/pratiche in orario serale, per permettere anche a chi lavora di partecipare, per poi concludersi con un esame finale sugli argomenti trattati. Le lezioni teoriche verranno organizzate in modalità e-learning (il 10, 14, 17, 25, 28 settembre e 1, 9, 12 e 16 ottobre), mentre le lezioni pratiche (il 22 settembre, 5 ottobre per un primo gruppo e 7 ottobre per un secondo gruppo) e l’esame finale (il 20 ottobre oppure il 23 ottobre per gli assenti giustificati) si svolgeranno in presenza nel rispetto delle norme anti-Covid (il luogo sarà comunicato successivamente con ampio anticipo).

C’è tempo fino alle ore 12.00 di lunedì 7 settembre per iscriversi (oppure al raggiungimento del numero massimo di 30 partecipanti): chi è interessato può registrarsi sul portale della Croce Rossa gaia.cri.it e seguire le indicazioni (CLICCA QUI PER CONSULTARE UNA GUIDA). Per potersi iscrivere sono necessari alcuni documenti: la domanda di iscrizione, 4 fototessere, una fotocopia del documento d’identità e del codice fiscale, la sottoscrizione del Codice Etico e un certificato anamnestico del proprio medico curante (nella sezione “Materiale didattico” del portale Gaia, una volta ricevuta la conferma di avvenuta iscrizione, è presente parte di questa modulistica). I documenti devono essere consegnati entro la prima lezione del corso (10/9) all’Ufficio Soci della Croce Rossa (01871822444 - Modesto 3357272048 - Loredana 3477997342 - ufficio.soci@crilaspezia.it).

Per te non costa nulla, per noi vale molto: con il tuo 5X1000 puoi aiutarci a restare in prima linea!

CAI Soccorso Alpina Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

In un mese abbiamo fatto 235 interventi e percorso più di 13.000 km per il Covid-19. La fatica è davvero tanta, ma ci stiamo mettendo il cuore. Con il tuo 5X1000 puoi aiutarci a proseguire le nostre attività di assistenza.

Quando compili la dichiarazione dei redditi (modello 730, CU o Unico), nel riquadro del volontariato basta indicare il nostro codice fiscale: 91082420117. Con una semplice firma puoi aiutarci a restare in prima linea!

Alla Croce Rossa della Spezia la gara per l'assistenza sanitaria all'interno della centrale Enel

Centrale Enel gara Croce Rossa La Spezia

La Croce Rossa della Spezia si è aggiudicata la gara per lo svolgimento del servizio di assistenza sanitaria e di primo soccorso all’interno della centrale Enel “Eugenio Montale”, durante i periodi di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto. 

La gara, che ha validità fino al 2022 ed è prolungabile fino al 2023, prevede la presenza di un punto di primo soccorso con personale medico, infermieristico e volontario per intervenire rapidamente in caso di necessità, un presidio per la rilevazione della temperatura corporea, un presidio con operatori specialistici per il recupero delle persone in ambiente acquatico e anche l’organizzazione di corsi di formazione e addestramento specifici rivolti al personale.

La prima fase del servizio di assistenza, che viene attivata in caso di fermata della centrale, è iniziata lunedì scorso e proseguirà fino al 5 settembre: la Croce Rossa spezzina metterà a disposizione ogni giorno all’interno della struttura, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 22, personale e soccorritori appositamente formati, oltre a un centro mobile di rianimazione, una particolare ambulanza per il trasporto di pazienti critici o non stabili, con strumenti ed elettromedicali per assicurare un’assistenza e un monitoraggio avanzati a bordo durante il trasporto verso le strutture sanitarie.

La nostra sede di Calice fa il bis: cena con mix di ravioli per raccogliere fondi

Dopo il successo dell’ultima iniziativa, la sede della Croce Rossa di Calice al Cornoviglio fa il bis e ripropone un’altra cena solidale aperta a tutti, nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19, per raccogliere fondi a sostegno dell’associazione e illustrare le attività svolte quotidianamente sul territorio, anche a beneficio di chi è interessato a unirsi alla CRI. 

La cena, dal prezzo di 20 euro, si svolgerà venerdì 21 agosto alle ore 20.30 a Santa Maria di Calice. Per l’occasione verrà offerto un menu di specialità locali con un ricco mix di ravioli (acqua, vino e dolce casalingo sono compresi).

Per partecipare è gradita la prenotazione ai numeri 3473732325 o 3407129726. La cena, che si terrà all’aperto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale, è aperta a tutte le persone interessate ad aiutare la Croce Rossa di Calice per il potenziamento delle attività di assistenza sul territorio.

Finale play-off, il nostro appello ai tifosi per l'utilizzo delle mascherine: "Vinciamo anche fuori dal campo"

Appello Croce Rossa Spezia Calcio

Anche la Croce Rossa della Spezia, in vista della finale play-off di domani allo stadio “Picco”, si unisce agli appelli degli Ordini delle professioni sanitarie per invitare i tifosi dello Spezia Calcio a indossare le mascherine come misura di prevenzione del contagio da Covid-19. 

La CRI spezzina anche durante questa stagione ha garantito l’assistenza sanitaria in occasione dei match in casa delle Aquile e di quelli delle squadre giovanili al centro sportivo “Ferdeghini”, mettendo in campo ambulanze da soccorso, centri mobili di rianimazione e in media 30 operatori per garantire l’incolumità di giocatori e spettatori in caso di necessità. Anche domani sera si mobiliterà la macchina della sicurezza della Croce Rossa, con la presenza di 15 operatori formati per la gestione delle emergenze e 3 ambulanze per l’assistenza sanitaria dentro e fuori dallo stadio.

Ma per non vanificare gli sforzi messi in campo fino ad oggi per il contenimento dell’epidemia, il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis raccomanda ai tifosi un comportamento responsabile: “Si tratta di un momento storico per lo Spezia e tutta la città si sta unendo all’entusiasmo dei tifosi, ma è comunque possibile stare vicini alle Aquile senza dimenticare l’importanza della tutela della salute, per il bene di tutti gli spezzini. Per questo invitiamo tutta la comunità dei tifosi a indossare le mascherine protettive e rispettare il distanziamento sociale. Domani sera non si vincerà soltanto in campo, ma anche fuori dal campo, nel rispetto di tutte le persone che non ce l’hanno fatta a causa del Covid-19”.

La Croce Rossa della Spezia: "Solidarietà all'amico Don Luca Palei"

Don Palei Croce Rossa La Spezia

"Una polemica strana, anomala e assurda perché va a colpire chi da sempre si prodiga contro ogni forma di povertà e per chi si adopera per prevenire e lenire in ogni circostanza le sofferenze degli esseri umani. Quello che è successo non ha nulla a che vedere con chi tutti i giorni mette da parte la propria famiglia, i propri hobby per spendere tempo nel coprire uno spettro enorme di bisogni ed esigenze determinate non di certo da Associazioni come la Caritas che da sempre invece, con tanto sacrificio, combatte questi fenomeni negativi.

Invece di scrivere assurdità che demotivano le centinaia di persone che mettono a disposizione ore di Volontariato, occorre sostenere e tutelare il Volontariato se si vuole preservare e rafforzare l’Unità Nazionale perché la nostra Nazione è fondata anche sulla solidarietà. Invitiamo i “leoni da tastiera’ ad avvicinarsi ad Associazioni come le nostre, di “passare dall’altra parte”, solo così possono capire che il tempo impiegato a scrivere contro chi è in prima linea può essere impiegato meglio al fianco di chiunque si presenta ai nostri sportelli di ascolto a chiedere aiuto.

In merito all’accaduto, esprimiamo affetto e vicinanza alla persona aggredita e soccorsa da chi? Dalla stessa categoria risentita e amareggiata dalle infamie: i Volontari, in questo caso della Croce Rossa Italiana. Esprimiamo massima vicinanza alla Caritas, ai suoi splendidi Volontari ed al suo responsabile, Don Luca Palei, compagno di viaggio in numerose attività di contrasto alla povertà che portiamo avanti da sempre".


Luigi De Angelis
Presidente Croce Rossa della Spezia

Calice, una cena solidale per ripartire e sostenere la locale Croce Rossa

Una cena solidale aperta a tutti, nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19, per passare una serata di serenità e raccogliere fondi a sostegno della locale Croce Rossa. 

È l’iniziativa organizzata dalla CRI di Calice al Cornoviglio per sabato 1 agosto: la cena con intrattenimento musicale, dal prezzo di 20 euro a persona, si terrà alle ore 20.30 al circolo Acli di Calice. Per l’occasione verrà offerto un menu ricco di specialità locali: spaghetti ai muscoli, impepata di muscoli, frittelle di muscoli, bianchetti e dolce casalingo (acqua e vino sono compresi).

Per partecipare è gradita la prenotazione ai numeri 3473732325 o 3407129726. La cena, che si terrà all’aperto nel rispetto delle regole di distanziamento sociale, è aperta a tutte le persone interessate ad aiutare la Croce Rossa di Calice, che con questa prima iniziativa dopo il periodo più critico dell’emergenza si pone l’obiettivo di raccogliere fondi per potenziare e rendere sempre più efficienti le sue attività di assistenza sul territorio.

L'emergenza non ferma la solidarietà: 15 nuovi volontari nel nostro Comitato

Nuovi volontari Croce Rossa La Spezia

Le difficoltà legate all’emergenza e il periodo di pausa imposto dal lockdown non hanno impedito a 15 spezzini di unirsi alla Croce Rossa della Spezia dopo aver frequentato un apposito corso di formazione

I neovolontari hanno seguito lezioni sulla struttura, l’organizzazione della Croce Rossa e le numerose attività di assistenza svolte ogni giorno sul territorio; hanno anche conseguito la certificazione europea di primo soccorso e in seguito hanno svolto un tirocinio ad hoc. Ora potranno seguire corsi specialistici per ottenere particolari qualifiche, come l’abilitazione al trasporto sanitario e al soccorso in ambulanza e i corsi per diventare Operatore nel settore emergenza e Operatore sociale generico.

“Nonostante le numerose difficoltà organizzative legate all’epidemia da Covid-19, il corso è arrivato a conclusione grazie all’impegno quotidiano del nostro Ufficio formazione e alla grande passione dei neovolontari, che non hanno rinunciato al loro nuovo percorso di volontariato – commenta il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – A tutti loro rivolgo il mio più caloroso benvenuto nella nostra associazione. Anche durante una delle fase più critiche degli ultimi anni, la nostra città ha dimostrato di avere a cuore la solidarietà”.

Movida, alcoltest gratuiti in centro per i ragazzi: SNA e Croce Rossa insieme per la sicurezza stradale

Alcoltest movida Croce Rossa La Spezia

Una serie di screening gratuiti con alcoltest tra la movida del centro storico per sensibilizzare i giovani a un comportamento sicuro quando si è alla guida. È “Saturday night live”, il progetto lanciato dalla Croce Rossa della Spezia con il sostegno del Sindacato nazionale degli agenti di assicurazione (SNA), e presentato questa mattina dal Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis e dal Presidente nazionale dello SNA Claudio Demozzi, alla presenza del Sindaco Pierluigi Peracchini, del Prefetto Maria Luisa Inversini e dell’Assessore alla sicurezza Gianmarco Medusei.

COSA PREVEDE L'INIZIATIVA

I Giovani della CRI spezzina, a partire da sabato 11 luglio e fino a novembre, sottoporranno i frequentatori della movida serale nel centro storico a una serie di alcoltest gratuiti, distribuendo ai ragazzi anche degli alcoltest monouso utilizzabili liberamente, insieme a brochure informative sui buoni comportamenti da seguire per evitare rischi quando si è alla guida. I volontari della Croce Rossa, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid, proporranno anche dei quiz per valutare il grado di consapevolezza dei giovani spezzini sul tema della sicurezza stradale: i dati raccolti verranno poi presentati una volta terminato il progetto.

“L’obiettivo di ‘Saturday night live’ è quello di prevenire l’abuso di alcol tra i ragazzi, promuovendo un comportamento responsabile in modo da determinare una diminuzione degli incidenti stradali e delle sanzioni legate all’abuso di sostanze psicotrope prima di mettersi alla guida – ha spiegato il Presidente della Croce Rossa spezzina Luigi De Angelis – Grazie al sostegno dello SNA e dei partner economici Aby Broker e Doctor Glass, saremo in grado di far capire ai ragazzi che anche un singolo comportamento sbagliato può causare conseguenze fatali”. De Angelis ha ringraziato inoltre per il sostegno iniziale Parodi e Salerno Assicurazioni.

Il Presidente dello SNA Demozzi si è detto “onorato di partecipare all’iniziativa perché la diffusione della cultura assicurativa e della sicurezza stradale rientra appieno negli scopi sociali del Sindacato. Un Paese civile ed evoluto come il nostro non può assistere passivamente alla strage che ogni anno si compie sulle strade italiane e in particolare al sacrificio di giovani vite spezzate del consumo di alcool e stupefacenti che trasformano la guida del “sabato sera” in una sorta di roulette russa ove la posta in gioco è la sopravvivenza. Tutti siamo chiamati a fare la nostra parte”.

“La movida sicura è uno dei grandi obiettivi di questa Amministrazione – ha dichiarato il Sindaco Pierluigi Peracchini – consapevoli che l’unione fa la forza, è imprescindibile che il Comune collabori fattivamente con Prefettura, Questura, tutte le forze dell’ordine e associazioni di volontariato locali per prevenire l’abuso di alcool e di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani. L’uso smodato di alcool fra i giovani purtroppo è un problema sociale serio di cui tutti dobbiamo prenderci carico: occasioni come queste, e ringrazio la Croce Rossa Italiana - Comitato della Spezia, contribuiscono in modo sostanziale a invertire questa tendenza, incontrando i giovani sul territorio e facendo capire loro il valore della vita”.

Per il Prefetto Maria Luisa Inversini “la sicurezza sulle strade passa soprattutto dalle condotte responsabili da parte di ciascuno di noi. Per questo ogni momento di riflessione sui comportamenti alla guida diventa fondamentale – ha aggiunto il Prefetto – ed ancora di più lo è ogni iniziativa che permetta ai giovani di acquisire una sempre maggiore consapevolezza delle conseguenze di certi atteggiamenti sbagliati e della necessità di rispettare le regole. “Saturday night live” va in questa direzione: è necessario avere sempre presente che è giusto divertirsi, passare serate in allegria ma sempre in maniera responsabile. Mettersi alla guida in condizioni non ottimali o dopo avere bevuto o assunto droghe significa porre a rischio la propria e l’altrui vita”.

Anche l’Assessore Gianmarco Medusei ha sottolineato l’importanza di iniziative volte a garantire una movida sicura in centro: “Troppo spesso assistiamo a un consumo eccessivo di alcol tra i ragazzi, anche in giovanissima età, che talvolta sfocia in episodi di vandalismo e malamovida: è il fenomeno del cosiddetto binge drinking, che porta molti giovani ad assumere più bevande alcoliche in un intervallo di tempo molto breve. Oltre ad avere un impatto negativo sulla salute, questo comportamento può anche portare a conseguenze fatali se ci si mette alla guida. Per questo accogliamo con favore iniziative come questa, che cercano di coniugare il divertimento con la sicurezza e la tutela della salute”.

I DATI

Secondo i dati dell’Istat, la fascia d’età compresa tra i 16 e i 29 anni è una delle più colpite dagli incidenti stradali. In particolare gli incidenti gravi provocati da conducenti in stato alterato o d’ebbrezza sono più frequentemente rilevabili nelle ore notturne del venerdì e sabato.

Per quanto riguarda la provincia della Spezia, nel 2019 si sono verificati in totale 1.747 incidenti stradali (1704 nel 2018), di cui 1.052 con soli danni a cose (1.021 nel 2018), 687 con feriti (682 nel 2018) e 8 con esito mortale (6 nel 2018). Più nel dettaglio, nel 2019 i controlli per guida in stato di ebrezza con esito positivo sono stati 242 (223 nel 2018), mentre le patenti ritirate sono arrivate complessivamente a quota 700 (673 nel 2018).

Il Rotary Club dona due defibrillatori e un monitor multiparametrico al nostro Comitato

Donazione Rotary Croce Rossa La Spezia

Due defibrillatori semiautomatici e un monitor multiparametrico fondamentali per i soccorsi e i trasporti sanitari in ambulanza. Li ha donati il Rotary Club alla Croce Rossa della Spezia, che già dai prossimi giorni li utilizzerà durante le attività di emergenza e di assistenza sanitaria, svolte 24 ore su 24 dai soccorritori CRI. 

I defibrillatori semiautomatici, dotati di una tecnologia di ultima generazione, sono in grado di guidare gli operatori durante tutte le fasi della rianimazione cardiopolmonare su un paziente in arresto cardiaco, sia in età adulta che pediatrica. Il monitor multiparametrico, invece, verrà utilizzato dai soccorritori della Croce Rossa spezzina per controllare costantemente durante il trasporto, anche di lunga percorrenza, i parametri vitali dei pazienti (ossigenazione del sangue, pressione arteriosa, frequenza cardiaca e temperatura corporea cutanea), e permetterà anche al personale medico e infermieristico del 118 di effettuare un elettrocardiogramma in caso di necessità.

“Il Rotary della Spezia ha ritenuto che fosse importante proseguire il suo impegno per il contrasto del Covid- 19 con la donazione di due defibrillatori e di un monitor parametrico alla Croce Rossa Italiana, per premiare il notevole impegno profuso dai suoi volontari durante questa emergenza sanitaria – spiega il Presidente del Rotary Club della Spezia Mario Baldini – Soprattutto in periodi come questo è necessario che prevalga la solidarietà e il Rotary è stato in prima linea per l’acquisto di macchinari destinati alle strutture ospedaliere e ad enti di volontariato”.

“Ringraziamo di cuore il Rotary Club della Spezia e il suo Presidente Mario Baldini per questo importante gesto di generosità – commenta il Presidente della CRI spezzina Luigi De Angelis – Abbiamo superato la fase più critica dell’emergenza, ma non possiamo permetterci di abbassare la guardia: donazioni come quella del Rotary sono fondamentali per innalzare il livello delle nostre attività in ambulanza attraverso strumentazioni mediche di ultima generazione, garantendo un’assistenza sempre più efficace a chi ha bisogno di aiuto”.

Storia di un'emergenza: il video che racconta la nostra lotta contro il Covid-19


"La profonda dedizione e generosità che donate ai vulnerabili e sofferenti è motivo di grande orgoglio mio personale e di tutta la comunità. 

Questa la storia del nostro difficile cammino che dedico ad ognuno di voi".

Luigi De Angelis
Presidente Croce Rossa La Spezia

Spesa Sospesa, Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus riconosce un contributo di 5 mila euro alla Croce Rossa

Spesa Sospesa Fondazione Intesa Sanpaolo Croce Rossa La Spezia

Ammonta a 5 mila euro il contributo una tantum che la Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha riconosciuto alla Croce Rossa della Spezia per il servizio della “Spesa Sospesa”, attivato nella prima fase dell’emergenza coronavirus per assistere le fasce più deboli della popolazione spezzina. Il contributo rientra nell’iniziativa “Emergenza soggetti fragili e vulnerabili – Covid-19”, con cui la Fondazione è intervenuta a sostegno degli Enti no profit che nella “fase uno” dell’emergenza sanitaria hanno assicurato tempestivamente servizi primari e assistenza diretta ai soggetti fragili e vulnerabili. Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha riconosciuto un contributo minimo pari a 5 mila euro per le spese di acquisto di beni essenziali sostenute dalla Croce Rossa della Spezia per lo svolgimento del servizio della “Spesa sospesa”, nell’ambito del progetto “CRI per le Persone” che ha visto impiegati sul campo settimanalmente circa 120 volontari.

Più nel dettaglio, ogni settimana attraverso la “Spesa Sospesa” sono state aiutate circa 60 famiglie bisognose e i volontari CRI hanno effettuato circa 100 consegne a domicilio di beni di prima necessità, gestendo le richieste di aiuto attraverso il call center del centro di assistenza di via Bologna, grazie anche al supporto di più di 100 volontari temporanei, comuni cittadini che durante la prima fase dell’emergenza hanno deciso di unirsi alla Croce Rossa spezzina dopo aver seguito online un breve corso ad hoc. Il servizio della “Spesa Sospesa” ha così permesso di rispondere ai bisogni di soggetti indigenti, senza fissa dimora e in difficoltà economica, che a causa dell’emergenza Covid-19 non sono stati in grado di provvedere al proprio sostentamento e a quello della famiglia.

“Grazie alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus per aver riconosciuto il nostro impegno fin dalla fase iniziale dell’emergenza – commenta il Presidente della CRI della Spezia Luigi De Angelis – Se c’è una cosa che ci ha insegnato questo virus, è la fondamentale importanza del ruolo del terzo settore e del lavoro silente svolto ogni giorno dai volontari. Per questo, oggi che ci siamo lasciati alle spalle la fase più delicata dell’emergenza, voglio ringraziare tutto il personale della Croce Rossa della Spezia, che ha dato una grande dimostrazione di impegno e professionalità durante una delle fasi più critiche nella storia del nostro Paese”.

La Croce Rossa distribuisce campioni di creme solari per la prevenzione delle malattie della pelle

Creme solari Croce Rossa La Spezia

Anche quest’anno, in vista della stagione estiva, la Croce Rossa della Spezia scende in campo per sensibilizzare la popolazione, soprattutto i più giovani, a una corretta esposizione ai raggi solari e alla prevenzione delle malattie della pelle.

Sabato 13 giugno, dalle 16.30 alle 19, i Giovani CRI saranno in piazza del Bastione per distribuire materiali informativi e campioni di creme solari, coinvolgendo i partecipanti con una serie di quiz e giochi a tema protezione della pelle. Ad oggi, infatti, soltanto il 30 per cento degli italiani utilizza una protezione solare, spesso andando incontro a molteplici effetti negativi, come scottature, eritemi, invecchiamento cutaneo e anche patologie più gravi. L’uso delle creme solari è il primo passo per prevenire le bruciature, proteggere la pelle e ridurre il rischio dell’insorgenza di malattie.

Sarà quindi una giornata all’insegna della prevenzione, in cui i Giovani della Croce Rossa divulgheranno le buone pratiche da rispettare per ottenere un’abbronzatura senza rischi. Nel corso del 2019 la CRI spezzina ha distribuito alla popolazione più di 6.000 campioni di creme solari, sensibilizzando migliaia di cittadini durante iniziative di prevenzione.

Via all'indagine sierologica sulla popolazione, coinvolti 1.113 residenti nella provincia della Spezia

Indagine sierologica Croce Rossa La Spezia

È partita anche nella provincia della Spezia lindagine di sieroprevalenza dell’infezione da Covid-19, stabilita da ministero della Salute e Istat con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, per capire quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo coronavirus, anche in assenza di sintomi. L’indagine verrà eseguita su 150 mila persone residenti in 2 mila Comuni, un campione rappresentativo di tutta la popolazione italiana scelto in base a sesso, sei classi di età e professione.

All’interno del campione rientrano anche 1.113 persone residenti nella provincia della Spezia, di cui 470 nel comune della Spezia, 112 a Sarzana, 82 a Castelnuovo Magra, 69 a Follo, 67 a Levanto, 60 a Calice al Cornoviglio, 56 a Porto Venere, 52 a Santo Stefano di Magra, 51 ad Arcola, 49 a Lerici e 45 a Luni. Il centro regionale della Croce Rossa ha già iniziato a contattare le persone selezionate, sottoponendo loro un questionario e proponendo di effettuare il test seriologico (le persone potranno scegliere liberamente se partecipare), che verrà eseguito dalle Infermiere Volontarie della Croce Rossa negli ambulatori CRI e in quelli messi a disposizione dall’Asl5.

L’obiettivo dell’indagine, condotta sul territorio dagli operatori della Croce Rossa della Spezia, di Levanto, Ameglia e Follo, è quello di comprendere la reale estensione dell’epidemia tra la popolazione italiana attraverso la ricerca nel sangue degli anticorpi al Covid-19, calcolando anche quante persone hanno contratto il virus in assenza di sintomi: per questo è fondamentale che tutte le persone selezionate diano la loro disponibilità a sottoporsi al test. La riservatezza dei partecipanti sarà mantenuta per tutta la durata dell'indagine.

Al via indagine sierologica su più di 1.100 spezzini, intervista al Presidente Luigi De Angelis


Gazzetta della Spezia intervista il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis, che fa il punto sull'impegno di volontari e dipendenti CRI durante l'emergenza Coronavirus.

Dall'attivazione dell'ambulanza Covid all'innalzamento delle precauzioni sanitarie per pazienti e soccorritori, dal sostegno alle persone in difficoltà al problema del reperimento dei dispositivi di protezione. De Angelis annuncia anche due nuove attività che svolgerà la Croce Rossa della Spezia: l'indagine seriologica disposta dal Ministero della Salute a cui verranno sottoposti 1.113 spezzini e la distribuzione di buoni spesa da 160 euro a 87 famiglie spezzine.

Giornata Mondiale della Croce Rossa, un video per ringraziare tutti i volontari

Oggi, venerdì 8 maggio, è la Giornata Mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, il giorno in cui 192 anni fa nacque il fondatore Henry Dunant. Quest’anno l’anniversario cade durante un’emergenza che ha visto impegnati ogni giorno anche nel territorio spezzino centinaia di volontari CRI: dal servizio di soccorso in ambulanza alla consegna a domicilio di spesa e farmaci, fino all’aiuto di numerose famiglie in difficoltà economica.

Per celebrare il loro impegno i Giovani della Croce Rossa della Spezia hanno realizzato un video musicale: un modo per evadere, almeno per un momento, dalle difficoltà dell’emergenza che stiamo vivendo, ricordando sempre l’importanza di continuare a rispettare le regole anti-contagio.

La Croce Rossa lancia l'allarme: "Sempre più famiglie ci chiedono aiuto"

Allarme richieste aiuto Croce Rossa La Spezia

Non diminuiscono nemmeno dopo l’inizio della fase 2 le richieste di aiuto di tanti spezzini alla Croce Rossa. Al contrario, da lunedì 4 maggio i volontari che rispondono al centralino del centro di assistenza di via Bologna hanno registrato un aumento di chiamate per usufruire del servizio della “Spesa Sospesa”, la consegna gratuita di generi alimentari donati dai cittadini e dai commercianti. In media negli ultimi giorni i volontari della CRI spezzina stanno ricevendo tra le 25 e le 30 telefonate al giorno da parte di persone e famiglie che si trovano in grave difficoltà economica.

I casi più frequenti sono quelli di famiglie con figli in cui il reddito era garantito da un solo genitore, che dopo l’inizio dell’emergenza purtroppo ha perso l’impiego: spesso i pochi risparmi del nucleo familiare non bastano nemmeno per acquistare i generi di prima necessità e per pagare le utenze di corrente, acqua e gas.

“Stiamo toccando con mano ogni giorno una difficile situazione sociale – commenta il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – Con l’inizio della fase 2 la situazione non sembra migliorata, anzi. La mole di richieste di aiuto è sempre più grande, e stiamo incontrando non poche difficoltà a soddisfare tutte le persone che si rivolgono a noi. Per questo facciamo appello alla comunità: sappiamo che queste settimane sono difficili per tutti, ma chi ha la fortuna di avere una certa stabilità economica può essere di grande aiuto anche donando pochi generi alimentari attraverso il servizio della Spesa Sospesa. Facciamo in modo che nessuno resti indietro, facciamo sentire la nostra vicinanza a chi non riesce nemmeno a sfamare i propri figli”.

Chi desidera donare beni di prima necessità può contattare la CRI spezzina ai numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 19.00, oppure il CAI della Spezia, che collabora nel servizio della “Spesa Sospesa”, ai numeri 3398373537, 3663304475 e 3494679480.

Potenziato il servizio della "Spesa Sospesa": in campo anche i volontari di CAI e Soccorso Alpino

CAI Soccorso Alpina Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

Il servizio della “Spesa Sospesa” lanciato dalla Croce Rossa della Spezia si allarga per rispondere al grande numero di richieste da parte di persone e famiglie in difficoltà economica, che in questi giorni di emergenza non riescono ad acquistare beni di prima necessità. 

Anche il Club Alpino e il Soccorso Alpino della Spezia hanno messo generosamente a disposizione le proprie forze per potenziare l’attività di assistenza della Croce Rossa spezzina: i volontari di CAI e Soccorso Alpino, infatti, hanno già iniziato a ritirare presso le abitazioni dei donatori i generi di prima necessità, che vengono poi raccolti e distribuiti alle persone in difficoltà che ne fanno richiesta attraverso il centralino CRI.

Chi desidera donare beni di prima necessità può contattare questi numeri: Stefano Pintus 3398373537, Rita Passeri 3663304475 oppure Alessandra Virgilio 3494679480 (il ritiro avviene preferibilmente nei giorni di lunedì e giovedì). Resta attivo anche il centralino della Croce Rossa, ai numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 19.00. In questo modo, grazie alla sinergia con CAI e Soccorso Alpino, il servizio della “Spesa Sospesa” potrà rispondere alle esigenze di un numero ancora maggiore di famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza.

235 interventi in un mese, turni no-stop per l'emergenza Covid-19

Interventi no-stop Croce Rossa La Spezia

Moltissimi i gesti di generosità e le donazioni nei confronti della Croce Rossa della Spezia nelle ultime settimane, per sostenere le attività di assistenza svolte dai volontari sul territorio. L’associazione ringrazia sentitamente Marina Acconci, Davide Besana e Maurizio Moglia per aver lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe (che ad oggi ha raccolto più di 14 mila euro) e aver investito personalmente risorse nell’acquisto di migliaia di mascherine, tute integrali e occhiali protettivi che la CRI continua a distribuire al 118, ai reparti dell’ospedale e alle associazioni.

La Croce Rossa spezzina ringrazia anche la Fondazione Giovanna Ciani, che ha donato 30 mila euro come supporto per affrontare questo particolare momento di emergenza sanitaria, e il Rotary La Spezia che ha donato presìdi di protezione per il personale che svolge servizio sulle ambulanze.

I NUMERI DELL’EMERGENZA

Un’ondata di solidarietà che ha aiutato l’associazione a proseguire in sicurezza i servizi sanitari: da inizio emergenza al 31 marzo sono stati effettuati dagli operatori CRI 235 interventi legati al Covid-19 (per un totale di 13.341 km percorsi), fra trasporti di casi sospetti sull’ambulanza dedicata della Croce Rossa e trasporti dei tamponi con un’automedica al laboratorio del policlinico San Martino di Genova, mentre in parallelo sono proseguiti H24 i soccorsi di emergenza in ambulanza per rispondere alle richieste di aiuto al numero unico 112.

In campo oltre ai soccorritori anche le Infermiere Volontarie della Croce Rossa della Spezia, impegnate all’interno delle tende pre-triage degli ospedali Sant’Andrea della Spezia e San Bartolomeo di Sarzana e negli ambulatori dell’ex ospedale militare Falcomatà e di Luni. Le Infermiere Volontarie, in più, hanno risposto anche alle chiamate di aiuto arrivate da fuori regione e nelle scorse settimane hanno lavorato a fianco del personale sanitario nelle RSA “Casa San Giuseppe” di Belgioioso (Pavia) e “Galli Bonaventuri” di Pontremoli.

IL PRESIDENTE DE ANGELIS: “IN CAMPO 160 VOLONTARI”

“Sono circa 160 volontari della Croce Rossa della Spezia che si sono mobilitati nelle ultime settimane per l’emergenza Covid-19 – commenta il Presidente Luigi De Angelis – È stato e continua ad essere uno sforzo immenso in termini di impegno, ore di attività, difficoltà degli interventi e attenzione per il rispetto di ogni singola norma di sicurezza. Ma le numerose donazioni, la vicinanza e i gesti di solidarietà nei nostri confronti ci hanno fatto sentire l’abbraccio di tutta la città, gli spezzini ci stanno davvero ripagando per tutto quello che facciamo”.

MONTATE TRE TENDE AL CENTRO DI ASSISTENZA DELLA CARITAS

Gli operatori della Croce Rossa spezzina, in più, ieri hanno montato due tende per la struttura di assistenza delle persone senza dimora al centro sportivo “Montagna”, mentre una terza tenda pneumatica è stata messa a disposizione e montata dalla Croce Rossa di Levanto. Le strutture serviranno per la distribuzione dei pasti, per visitare gli assistiti e dare loro un alloggio.

Cosa pensi della Croce Rossa? Aperto il concorso di disegno per i bambini spezzini

Concorso disegno bambini Croce Rossa La Spezia

Come vedono la Croce Rossa i più piccoli in questo periodo di emergenza coronavirus? È la domanda alla base di “CRI negli occhi dei bambini”, il concorso di disegno lanciato dalla Croce Rossa della Spezia e aperto a tutti i bambini spezzini.

Le famiglie interessate a far partecipare i loro bambini devono inviare un loro disegno colorato alla pagina Facebook “Giovani della Croce Rossa Italiana – Comitato della Spezia” oppure alla mail fabio.dardengo@liguria.cri.it, in cui i bambini devono rappresentare cosa pensano della Croce Rossa in questo periodo di emergenza. 

I disegni verranno pubblicati su Facebook dai Giovani CRI e il migliore riceverà un premio di riconoscimento. Con questa iniziativa la Croce Rossa vuole stare vicino ai bambini e alle loro famiglie, coinvolgendoli in un gioco per passare il tempo insieme e dimenticare, almeno per un attimo, le difficoltà causate dalle misure di restrizione.

Abbiamo bisogno di materiale sanitario per le ambulanze, la nostra raccolta fondi

Raccolta fondi Croce Rossa La Spezia

In questi giorni di emergenza coronavirus anche alla Spezia numerosi volontari della Croce Rossa hanno continuano a svolgere i servizi di soccorso in ambulanza e i trasporti sanitari, con disposizioni di precauzione stringenti a tutela sia dei pazienti che degli stessi soccorritori. Prosegue da settimane anche il servizio dedicato ai casi positivi e sospetti di coronavirus, con un’ambulanza dedicata della Croce Rossa della Spezia pronta a intervenire ogni giorno.

In questo momento delicato, però, sono necessari urgentemente dispositivi di protezione e strumentazioni sanitarie per continuare a garantire lo svolgimento dei servizi in ambulanza: questi materiali infatti stanno diventando di giorno in giorno sempre più introvabili e costosi. Per questo la Croce Rossa della Spezia ha attivato una raccolta fondi sulla piattaforma gofundme.com, a questo link: https://www.gofundme.com/f/gt5mfa-coronavirus-aiutiamo-chi-e-in-prima-linea.

“I nostri volontari nemmeno in questo periodo stanno facendo mancare il loro impegno e la loro passione – commenta il presidente dell’associazione Luigi De Angelis – Le forniture di materiale sanitario sono però sempre più problematiche. Con questa raccolta fondi chiediamo aiuto a tutta la cittadinanza per continuare a svolgere al meglio le attività in ambulanza, indispensabili per la tutela della nostra salute, acquistando mascherine e altri presidi. Chiediamo a tutti di condividere il più possibile questa iniziativa. Anche un piccolo contributo può fare la differenza”.

I volontari della Croce Rossa distribuiscono alle aziende 25 mila mascherine prenotate da Confindustria

Mascherine Confindustria Croce Rossa La Spezia

25 mila mascherine protettive prenotate da Confindustria verranno distribuite nei prossimi giorni dalla Croce Rossa della Spezia alle aziende associate del territorio. Stamattina gli operatori CRI hanno ritirato i dispositivi di protezione alla Fiera di Genova e li hanno trasportati alla Spezia nel magazzino della Croce Rossa: nei prossimi giorni i volontari si occuperanno di smistare le mascherine (chirurgiche, FFP2 e FFP3) e consegnarle direttamente alle aziende associate di Confindustria.

"Oggi abbiamo raggiunto un buon risultato e di questo non possiamo che essere soddisfatti e ringraziare chi lo ha reso possibile ad iniziare dalla Regione Liguria, alla Croce Rossa - Comitato della Spezia che si è messa a disposizione per la consegna delle mascherine alle aziende associate che le hanno richieste – dichiara Mario Gerini, Presidente Confindustria La Spezia – ma è anche vero che molto deve e dovrà essere fatto. C’è un grandissimo tema, che è quello della salute e le aziende per prime e da subito hanno attivato tutte le misure indicate dall’Autorità sanitaria. È sotto gli occhi di tutti che siamo di fronte ad una sfida monumentale: quella che ci permetterà, solo in sicurezza, di programmare la ripresa economica e sociale".

"Confindustria ci ha chiesto un supporto per la distribuzione delle mascherine alle aziende spezzine e ci siamo subito resi disponibili – aggiunge il Presidente della Croce Rossa spezzina Luigi De Angelis – Già nei giorni scorsi abbiamo iniziato a distribuire mascherine, occhiali e tute protettive, che ci sono state donati da aziende e privati, ai reparti dell’ospedale e alle associazioni di volontariato che ne hanno fatto richiesta per poter proseguire le attività in ambulanza. La nostra struttura organizzativa e la professionalità dei nostri volontari sono a disposizione di tutte le realtà del territorio che necessitano di un supporto concreto per affrontare in sicurezza l’emergenza".

250 kg di farina consegnati al nostro magazzino: il gesto di generosità del panificio di Riomaggiore per aiutare chi è in difficoltà

Farina panificio Riomaggiore Croce Rossa

250 kg di farina da Riomaggiore al magazzino della Croce Rossa della Spezia in via Bologna, a Mazzetta, grazia anche alla disponibilità dei volontari della Pubblica Assistenza. Li ha donati Roberta Baudinelli, del panificio “Rosi” del borgo rivierasco, per l’assistenza alle persone che in questi giorni di emergenza coronavirus si trovano in grave difficoltà. Stamattina i volontari della PA di Riomaggiore hanno portato i sacchi di farina agli operatori CRI, che nei prossimi giorni la distribuiranno ai nuclei familiari indigenti che si stanno rivolgendo all’associazione per un supporto concreto.

Dopo il lancio dell’iniziativa della “Spesa sospesa”, infatti, i centralini della Croce Rossa sono stati letteralmente presi d’assalto da moltissimi spezzini – e anche da numerosi titolari di attività commerciali – che hanno dato la loro disponibilità a donare generi alimentari per chi ha bisogno, tanto che il magazzino di via Bologna si è riempito nel giro di poche ore. Ricordiamo che chiunque sia interessato ad aiutare le persone in difficoltà può chiamare i numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00, e prendere accordi con i volontari, che si occuperanno del ritiro degli alimenti donati nel rispetto delle misure di sicurezza.

Contemporaneamente proseguono le donazioni di dispositivi di protezione da parte di aziende e privati: negli ultimi giorni sono state consegnate alla Croce Rossa della Spezia 1500 mascherine da Euroguarco di Arcola, 500 mascherine dall’azienda Grt Srl di Santo Stefano e 200 tute integrali dal Rotary Club della Spezia. Tutto il materiale donato viene preso in carico dai volontari CRI e poi distribuito secondo le esigenze alle diverse realtà del territorio che ne hanno bisogno: già numerose le consegne effettuate dalla Croce Rossa ai reparti ospedalieri del Sant’Andrea e alle associazioni di volontariato della provincia.

Una nostra ambulanza in Lombardia nell'epicentro dell'emergenza

Ambulanza Lombardia Croce Rossa La Spezia

È arrivata ieri al centro di emergenza polifunzionale di Bresso un’ambulanza della Croce Rossa della Spezia, che verrà dislocata a Bergamo per aiutare il sistema di emergenza lombardo a far fronte a un enorme numero di servizi di ambulanza in questi giorni. 

La Croce Rossa della Spezia, insieme ad altri Comitati della Liguria, ha subito risposto all’appello di aiuto dell’Azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU), che ha richiesto 50 ambulanze con equipaggio di soccorritori da dispiegare sul territorio, a supporto del personale di emergenza che sta incontrando sempre più difficoltà a sostenere la mole quotidiana di chiamate per i soccorsi in ambulanza.

“In questo momento di grave difficoltà, soprattutto per gli amici lombardi, i nostri operatori si sono subito messi a disposizione e hanno raggiunto il centro di emergenza di Bresso – spiega il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – Insieme a noi sono arrivate ambulanze ed equipaggi da tutta Italia. Grazie a chi non ha esitato a mettersi a disposizione: mai come in questo momento il messaggio di Umanità della Croce Rossa assume un significato fondamentale. Oggi siamo davvero tutti fratelli”.

Tanti spezzini in difficoltà, la Croce Rossa lancia la "Spesa sospesa"

Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

“Ciao, a casa non abbiamo più da mangiare, potete portarci la spesa? Però non abbiamo soldi per pagarvi…”. Questa è la toccante telefonata che un bambino di 10 anni qualche giorno fa ha fatto agli operatori della Croce Rossa della Spezia. Purtroppo non è stata l’unica di questo genere: sono numerose le chiamate che la CRI sta ricevendo in questi giorni da parte di persone che fanno letteralmente fatica a mettere insieme un pranzo o una cena per sé e per la propria famiglia.

Un’emergenza sociale a cui la Croce Rossa spezzina ha deciso di rispondere lanciando la “Spesa sospesa”, una raccolta straordinaria di generi alimentari che i Volontari CRI distribuiranno alle persone che durante questa emergenza coronavirus si trovano in condizione di bisogno. 

Chiunque voglia donare viveri e generi di prima necessità a chi è in difficoltà può contattare la Croce Rossa ai numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00: saranno i volontari CRI a ritirare gli alimenti dai donatori, nel rispetto delle misure di sicurezza sul Covid-19. La spesa donata dai cittadini verrà quindi conservata nel magazzino del centro di assistenza della Croce Rossa in via Bologna e subito consegnata alle persone indigenti che ne faranno richiesta. Una catena di solidarietà tra cittadini e Croce Rossa che permetterà di aiutare tante persone che in questi giorni non hanno la possibilità di acquistare generi alimentari.

In parallelo prosegue il servizio di consegna gratuita a domicilio di spesa e farmaci, in collaborazione con l’amministrazione comunale, rivolto a persone anziane, o in condizioni di fragilità oppure in isolamento che non possono uscire dalla propria abitazione. Per richiedere la consegna a domicilio basta contattare i numeri sopraindicati e prendere accordi con i volontari CRI.

La Croce Rossa della Spezia raccoglie mascherine da aziende e privati per aiutare il personale sanitario

Mascherine ospedale Croce Rossa La Spezia

Il servizio “CRI per Te” si allarga alla raccolta di mascherine protettive per aiutare il personale ospedaliero in questo momento di grave difficoltà. L’attività di consegna a domicilio di spesa e farmaci, avviata dalla Croce Rossa della Spezia, si apre ora alle aziende e ai privati del territorio che abbiano disponibilità di mascherine da donare al personale ospedaliero, vista la grave carenza di dispositivi di protezione che purtroppo in questi giorni sta mettendo in seria difficoltà anche le strutture sanitarie.

L’iniziativa è partita da “Gli amici dell’isola del Tino”, insieme a “La nave di carta” e “Il Cantiere della Memoria”, che si sono attivati con generosità per recuperare mascherine da aziende e privati del territorio, coinvolgendo i volontari della Croce Rossa della Spezia che si sono subito messi a disposizione consegnando il materiale donato all’ospedale. Ora chi avesse a disposizione mascherine (chirurgiche, FFP2 e FFP3) può contattare il servizio “CRI per Te” al numero 3467830511 per concordare il ritiro del materiale, che verrà consegnato secondo le esigenze agli ospedali e alle strutture sanitarie del territorio.

“Con questa sorta di ‘raccolta porta a porta di mascherine’ vogliamo far sentire la nostra vicinanza a chi lavora ogni giorno in prima linea per la nostra salute – commenta il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – Grazie a ‘Gli amici dell’isola del Tino’, a ‘La nave di carta’ e al Cantiere della Memoria per averci coinvolto in questa bella iniziativa. Sul nostro territorio ci sono molte aziende che utilizzano per lavoro mascherine protettive: in questo periodo di fermo delle attività questi dispositivi possono davvero salvare delle vite. Noi siamo a disposizione di chi vuole dare una mano al nostro personale ospedaliero”.

"CRI per Te", consegna a domicilio di spesa e farmaci a Spezia, Fezzano e Calice al Cornoviglio

Famiglie aiuto Croce Rossa La Spezia

È attivo nei comuni della Spezia, di Porto Venere e di Calice al Cornoviglio il servizio gratuito “CRI per Te”, la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci a cura della Croce Rossa della Spezia. 

I Volontari CRI si occupano di consegnare i prodotti richiesti a chi ne ha bisogno ma non può uscire di casa: il servizio è quindi rivolto a persone anziane, in condizioni di fragilità o sottoposte a isolamento che non possono recarsi al di fuori della propria abitazione. Di seguito sono specificati i dettagli per la richiesta del servizio in ogni comune.

LA SPEZIA (nella foto)

Alla Spezia il servizio è attivo da oggi, giovedì 19 marzo, dal lunedì al sabato dalle ore 09.00 alle ore 19.00, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Per richiedere la consegna a domicilio di spesa e farmaci  si può contattare i numeri 3467830511 oppure 01871863280 e prendere accordi con i volontari della Croce Rossa.

FEZZANO

Nel comune di Porto Venere il servizio, attivo dal 16 marzo, è organizzato dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune in collaborazione con la sede di Fezzano della Croce Rossa, il gruppo di Protezione Civile Comunale, la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Porto Venere e la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Le Grazie. 

Chi ha necessità della consegna a domicilio di spesa e farmaci può contattare uno dei seguenti esercizi commerciali: a Porto Venere Supermercato Conad (0187792 183), Alimentari di Via Garibaldi (3336386810), Forno De ma' Piazza (3336184867), Farmacia di Piazza Bastreri (0187790621/3481210793); a Le Grazie Farmacia delle Grazie (0187790015), Supermercato New Art (0187792015/3316828911), Macelleria delle Grazie (3314147571), Tabaccheria di Merenda e Riccardo (0187790967), Edicola di Grifoni Marco (3476966190), Alimentari di via Roma (3490952021), Panificio Ghisolfi (0187790193); a Fezzano Supermercato La botega (0187790235), Edicola tabaccheria di Via Gallotti (3495416418), Alimentari Cinque Vie (3475610784). Le consegne verranno effettuate dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.30.

CALICE AL CORNOVIGLIO

Nel territorio di Calice al Cornoviglio il servizio è attivo dal 17 marzo: le consegne avvengono nei giorni di martedì e venerdì durante le ore pomeridiane, fino alle 18.00, in collaborazione con l’amministrazione comunale. “CRI per Te” si aggiunge all’attività del “Pronto Farmaco”, attiva a Calice già dal gennaio 2018. 

Chi vuole richiedere la consegna a domicilio della spesa può contattare gli alimentari ai seguenti numeri: Andrea Montinaro (3388789075), Luigi Montinaro (3404055540), Francesca Galasso (0187935549), il Panificio Giacopinelli (0187930175). Per la consegna dei farmaci si deve contattare invece la Croce Rossa di Calice al numero 0187936202. Le prenotazioni ai negozi dovranno essere fatte dai cittadini entro le ore 12.00 dei giorni di consegna (martedì e venerdì).

Coronavirus, le regole per prevenire l'infezione i comportamenti da seguire se si hanno sintomi sospetti


Ecco le regole da seguire se si hanno sintomi sospetti e i comportamenti per ridurre i rischi.


Come più volte ribadito dalle Istituzioni si invitano tutte le persone che ritengono di avere sintomi collegabili al coronavirus - e che sono stati in contatto con casi conclamati o provengono da zone con restrizioni sanitarie - di contattare il Numero Unico di Emergenza 112 e di NON recarsi al Pronto Soccorso.

De Angelis riconfermato Presidente. De Mastri, Bucchioni, Castellini e Dardengo nel Consiglio

Elezioni Croce Rossa La Spezia

È stato riconfermato alla guida della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis, 49 anni, candidato Presidente alle elezioni dell’associazione di volontariato spezzina che si sono svolte ieri, domenica 16 febbraio, dalle 9 alle 20. Il Presidente uscente è stato rieletto per il mandato 2020-24 con 280 preferenze; nel complesso alla tornata elettorale per il rinnovo delle cariche associative hanno partecipato 286 volontari, il 65% degli aventi diritto al voto, nei seggi elettorali allestiti nelle sedi CRI della Spezia, di Fezzano, Muggiano, Santo Stefano di Magra e Calice al Cornoviglio.

Tra i candidati consigliere sono stati eletti Antonella De Mastri, Gianluca Bucchioni, Augusta Castellini e Fabio Dardengo, che saranno i componenti del Consiglio direttivo che affiancherà De Angelis, manager alla guida della Croce Rossa spezzina dal 2011. Una nuova stagione nel segno della continuità, quindi, per la Croce Rossa della Spezia, che nel 2019 ha aumentato i soccorsi di emergenza in ambulanza del 3,9% rispetto al 2018 e i trasporti sanitari del 14,9%, grazie all’impegno e alla passione dei suoi 456 volontari.

“Ringrazio i nostri volontari per l’alta affluenza ai seggi, segno di un rinnovato interesse per la vita della nostra associazione – commenta De Angelis – Ci metteremo subito al lavoro, insieme ai neoconsiglieri, per potenziare e migliorare le nostre tante attività di assistenza sul territorio. Per me è un onore continuare a rappresentare un gruppo di persone affiatate e di grande professionalità, sempre pronte ad aiutare gli altri”.

Più di 15 mila interventi in ambulanza nel 2019, il Presidente De Angelis: "Grazie a tutti i nostri Volontari"

Interventi ambulanza 2019 Croce Rossa La Spezia

Più di 15 mila interventi in ambulanza svolti nel 2019, con una crescita significativa rispetto all’anno precedente. La Croce Rossa della Spezia si conferma un presidio fondamentale per il territorio, con un impegno quotidiano nei servizi di trasporto sanitario e nei soccorsi di emergenza.

Più nel dettaglio, nell’arco del 2019 i soccorsi di emergenza in ambulanza svolti dai dipendenti e dai volontari della Croce Rossa spezzina, appositamente formati, sono stati 6.065, in aumento del 3,6% rispetto al 2018, per un totale di 87.400 chilometri percorsi, in crescita dell’8,1% sull’anno precedente. Sia per gli interventi di emergenza che per i trasporti sanitari sono stati utilizzati 31 mezzi tra ambulanze e altre vetture, come pulmini per il trasporto di persone con disabilità e automediche. Ad oggi, inoltre, la Croce Rossa della Spezia conta globalmente 456 volontari, compresi il Corpo militare volontario e le Infermiere Volontarie, distribuiti nelle sedi della Spezia, di Muggiano, Fezzano, Santo Stefano e Calice al Cornoviglio.

Sul fronte dei trasporti sanitari, invece, gli interventi svolti nel 2019 sono stati in totale 9.508, in aumento del 14,9% rispetto al 2018, per un totale di 202.490 chilometri percorsi, per un più 8,4% sull’anno precedente. Comprendono dimissioni da strutture sanitarie, visite, consulenze mediche, terapie di dialisi, trasporto di sangue, organi e privati. Ad occuparsi di organizzare le richieste dei trasporti è la centrale operativa della Croce Rossa della Spezia, contattabile per qualsiasi informazione al numero 0187 702121.

“In una situazione di crisi del volontariato a livello nazionale, la Croce Rossa della Spezia si conferma una delle associazioni più sviluppate dell’intera Liguria, aumentando i numeri, già ragguardevoli, che avevano contraddistinto il 2018 – commenta il Presidente Luigi De Angelis – Voglio ringraziare ognuno dei dipendenti e dei 456 volontari del nostro Comitato, perché senza di loro mantenere e persino migliorare i nostri livelli di assistenza, riconosciuti unanimemente, non sarebbe stato possibile. Fare il volontario della Croce Rossa oggi richiede un impegno ancora maggiore rispetto al passato, con un aggiornamento costante e una professionalità non banale. Eppure anche il nostro ultimo corso di accesso ha raggiunto il numero massimo di partecipanti: è la dimostrazione che, nonostante tutto, esiste (e resiste) ancora una grande parte della nostra comunità disposta ad aiutare il prossimo con impegno e passione”.

RINVIATO: La musica aiuta i più deboli, sabato 29 febbraio in sala Dante il concerto di beneficenza per la Croce Rossa della Spezia

Concerto di beneficenza Croce Rossa La Spezia

+++ In ottemperanza alle disposizioni emanate dalla Regione Liguria, il concerto è stato rimandato +++

La musica si tinge di rosso per aiutare le persone assistite dalla Croce Rossa Italiana della Spezia. Sabato 29 febbraio alle ore 21.00 in sala Dante, in via Ugo Bassi alla Spezia, l’ensemble formato dai musicisti Mariangela Patrono (flauto), Claudio Miotto (clarinetto), Simone Montanari (violoncello), Antonio Rolfini (autore delle musiche, al pianoforte) e Angela Felisati (voce narrante) si esibirà nel concerto di beneficenza “Raggi di Sole”. Una serata a base di musica classica contemporanea, con influssi jazz e swing, intervallata da una voce narrante che scandirà il racconto di una storia d’amore.

Il concerto solidale, patrocinato dal Comune della Spezia, permetterà di raccogliere fondi per sostenere e potenziare le attività di assistenza della Croce Rossa spezzina nei confronti delle persone in difficoltà del nostro territorio: dal servizio di emergenza in ambulanza al centro distribuzione viveri di via Bologna, dalla Protezione Civile alla diffusione del Diritto Internazionale Umanitario, passando per le iniziative di prevenzione dei Giovani CRI rivolte ai loro coetanei. Attività di elevata importanza sociale per la città, svolte ogni giorno con passione e professionalità dai volontari della Croce Rossa.

Per la partecipazione alla serata è prevista un’offerta libera; prenotazioni al numero 3474137674.

Visite mediche gratuite per le persone senza dimora, il nuovo progetto della Croce Rossa della Spezia

Visite mediche gratuite senza dimora Croce Rossa

Cardiologi, neurologi, odontoiatri, dermatologi, otorinolaringoiatri, volontari CRI e Infermiere Volontarie a disposizione delle persone senza dimora per due giornate nell’ambulatorio della Croce Rossa della Spezia, in Stradone D’Oria 131. 

È la nuova attività organizzata dall’associazione di volontariato, grazie alla partnership tra Croce Rossa Italiana e Sanofi, per permettere a tante persone in difficoltà di sottoporsi gratuitamente a controlli clinici fondamentali per la salute. La Croce Rossa spezzina è già attiva da molti anni nell’assistenza ai senza dimora con le sue Unità di strada, che ogni settimana distribuiscono bevande e pasti caldi, prodotti per l’igiene personale, coperte e sacchi a pelo, oltre a prestare medicazioni e indirizzare gli assistiti presso gli ambulatori sanitari e le strutture territoriali più adatte alle loro necessità.

Nel 2019 sono stati circa 850 i contatti delle Unità di strada della Croce Rossa con persone senza dimora in città, con un obiettivo principale: alleviare le sofferenze fisiche e psicologiche causate dalla vita in strada. Il fabbisogno è notevole, tanto che il servizio delle Unità di strada CRI recentemente è stato esteso anche alle ore pomeridiane e ai giorni infrasettimanali, oltre alle tradizionali uscite del sabato sera. Nella maggioranza dei casi, però, le persone senza dimora non si rivolgono ai servizi pubblici per curare i loro problemi di salute – principalmente perché non iscritti al Sistema sanitario nazionale o restii a lasciare incustoditi i loro pochi oggetti – e così finiscono per convivere quotidianamente con dolori cronici, disturbi del cavo orale, malattie della pelle e dell’apparato respiratorio, ansia e depressione. Patologie di difficile soluzione per l’impossibilità di beneficiare sia delle cure ospedaliere sia di quelle ambulatoriali, ancora più onerose.

Per questo, sfruttando la relazione di fiducia che si è instaurata nel tempo con i volontari, la Croce Rossa ha organizzato due giornate di screening gratuiti con medici e Infermiere Volontarie nell’ambulatorio di Stradone D’Oria, grazie alla disponibilità dell’Ordine dei Medici della Spezia. La prima si è già svolta lunedì 17 febbraio, mentre la seconda è in programma martedì 17 marzo: dalle 14.30 alle 16.00 visite con una cardiologa, dalle 16.00 alle 18.00 con uno specialista in dermatologia e venereologia e dalle 18.00 alle 21.00 con un medico odontoiatra.

438 volontari della Croce Rossa della Spezia al voto per il rinnovo delle cariche associative

Elezioni Croce Rossa La Spezia

Sono convocate per domenica 16 febbraio le elezioni per il rinnovo delle cariche associative del Comitato della Croce Rossa della Spezia. 

438 volontari delle sedi della Spezia, di Fezzano, Muggiano, Santo Stefano di Magra e Calice al Cornoviglio sono chiamati a votare il Presidente e il Consiglio Direttivo del Comitato.

I seggi elettorali resteranno aperti nella sede centrale della Spezia, in via Santa Caterina, e in quelle periferiche di Fezzano, Muggiano, Santo Stefano e Calice dalle ore 9.00 alle 20.00.

CRI Per le PERSONE, il numero verde per chi ha bisogno. Con una "dolce" sorpresa di Carnevale

CRI per le Persone Provincia La Spezia

La Croce Rossa Italiana della Spezia realizza da sempre iniziative per la tutela e la promozione sociale delle persone, e non solamente quando queste versino in particolare stato di bisogno.

Alcune fasce sociali, si pensi ad anziani soli, malati o a tutti coloro che vivono una qualunque forma di difficoltà psichica, patologica o sociale, sono una realtà anche nel nostro territorio e devono essere sostenute e aiutate dalla nostra comunità con la dovuta attenzione e con il supporto necessari.

La rete dei Servizi sociali e sanitari non può essere l’unico strumento istituzionale impegnato nel sostegno dei nostri concittadini in difficoltà: il mondo dell’associazionismo e del volontariato, storicamente presenti come la Croce Rossa, sono quel patrimonio di persone che trasforma in realtà il principio della sussidiarietà e della solidarietà che è posto a fondamento dello sviluppo sociale di tutto il nostro Paese.

La Provincia della Spezia, ente competente in materia di Istruzione secondaria superiore e impegnato con l’Amministrazione Peracchini a sostenere concretamente i Comuni, considera lo sviluppo della collaborazione e della presenza del mondo del volontariato organizzato in ambito sociale una delle modalità più efficaci per integrare e supportare i Servizi comunali dedicati alle fasce più delicate della popolazione.

Convinti dell’esigenza che le iniziative associative debbano coinvolgere sempre più volontari ed essere così conosciute da tutti coloro che potrebbero usufruirne, il Presidente Pierluigi Peracchini e il Consigliere Patrizia Saccone hanno voluto promuovere il progetto “CRI PER LE PERSONE” avvicinando il mondo della scuola superiore al locale Comitato della Croce Rossa, presieduto dal dott. Luigi De Angelis.

“CRI PER LE PERSONE” è il numero verde della Croce Rossa Italiana (800-065510) attivo 24 ore su 24, rivolto a tutti coloro che versano in uno stato di bisogno e offre supporto psicologico, informazioni utili, molteplici servizi alla persona e, non meno importante, la “compagnia” e quella vicinanza umana capace di alleviare la solitudine di chi è anziano oppure solo o, comunque, in una condizione di difficoltà sociale. I volontari sono lo strumento prezioso e indispensabile affinché questo progetto possa soddisfare la platea di cittadini più ampia possibile.

La Provincia della Spezia, desiderando collaborare per la miglior riuscita di “CRI PER LE PERSONE”, ha coinvolto gli studenti del nostro Istituto Alberghiero G. Casini incontrando immediatamente la piena disponibilità della Dirigente Scolastica professoressa Margherita Gesu e di tutto lo staff di tecnici e insegnanti della scuola.

Croce Rossa promuoverà il proprio progetto in occasione dei due eventi del Carnevale spezzino: sarà, infatti, presente con un proprio stand in piazza Cavour domenica 9 febbraio e, in piazza Brin, domenica 16 febbraio.

Gli studenti dell’Istituto Casini prepareranno il tipico dolce del carnevale, le “chiacchiere”, che saranno distribuite come dono presso lo stand della Croce Rossa e che vogliono rappresentare un segno concreto di adesione da parte di studenti e professori al progetto di CRI e, perché no, un modo dolce e simpatico di attirare ancora più persone allo stand di “CRI PER LE PERSONE” suscitando, così, attenzione al mondo del volontariato e a questa iniziativa in particolare.

La Provincia della Spezia, con l’interessamento diretto del Consigliere Patrizia Saccone, delegata al settore Istruzione, e del Presidente Pierluigi Peracchini hanno promosso e coordinato questo esempio concreto di interazione e partecipazione tra scuola e volontariato sociale. Gli spezzini, così come già hanno fatto gli studenti dell’Alberghiero Casini, dimostreranno sicuramente di saper premiare e sostenere “CRI PER LE PERSONE”.

I bambini della scuola "Nello Olivieri" imparano i segreti dell'alimentazione con la Croce Rossa

Lezione alimentazione scuola Croce Rossa La Spezia

Un ciclo di lezioni sulla corretta alimentazione con delle “maestre” diverse dal solito. Lo ha organizzato la Croce Rossa della Spezia alla scuola elementare “Nello Olivieri” di Rebocco: a “salire in cattedra” in via eccezionale sono state le volontarie del gruppo dei Giovani CRI, che hanno coinvolto i bambini della 3^A, 4^A e 4^B in una serie di riflessioni sull’importanza dell’alimentazione per il benessere fisico.

Gli studenti hanno anche risposto a domande sulle loro abitudini personali: “Quante volte mangi durante il giorno?”, “Fai colazione?”, “Quante volte mangi frutta e verdura?”, “Descrivi un pranzo e una cena tipica a casa”, “Qual è il tuo piatto preferito?”. Un modo per capire, insieme alle volontarie della Croce Rossa, i segreti dell’alimentazione per seguire uno stile di vita sano e sicuro. L’obiettivo delle lezioni è ridurre i fattori di rischio, che possono avere un’incidenza significativa sulla salute fin dalla giovane età, insegnando ai bambini a compiere scelte consapevoli anche in materia di alimentazione.

L’attività rientra fra le iniziative di prevenzione svolte regolarmente sul territorio dalla Croce Rossa della Spezia: nel 2019 i Giovani CRI hanno sensibilizzato 230 bambini alla corretta alimentazione, sia nelle piazze che nelle scuole.

Domenica 9 febbraio un torneo di burraco per aiutare chi è in difficoltà

Burraco Croce Rossa La Spezia

Un torneo di burraco per aiutare le fasce più deboli della popolazione. Lo organizza la Croce Rossa Italiana della Spezia domenica 9 febbraio alle ore 15.30, al Sailor’s Club della Marina Militare in piazza d’Armi.

Il ricavato della giornata solidale, organizzata con la collaborazione del Circolo Burraco “San Giorgio”, verrà utilizzato per sostenere le attività del centro di assistenza di via Bologna, a Mazzetta, in cui i volontari della Croce Rossa aiutano regolarmente più di 100 nuclei familiari in difficoltà economica distribuendo pacchi alimentari, vestiti, materiale didattico per i più piccoli, e nei casi più gravi pagando anche le utenze degli assistiti.

La quota di iscrizione al torneo è di 15 euro; per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il Circolo Burraco "San Giorgio" oppure Elena della Croce Rossa al numero 3474137674.

Emergenza incidenti, gli studenti sperimentano i rischi di alcol e droghe con la Croce Rossa

Incidenti sicurezza stradale Croce Rossa La Spezia

Continuano le attività della Croce Rossa della Spezia volte a prevenire comportamenti e stili di vita a rischio, con particolare attenzione alle fasce più giovani della popolazione. Da inizio dicembre a oggi i Giovani CRI hanno incontrato 15 classi del liceo “Mazzini”: un ciclo di lezioni interattive in cui gli studenti hanno imparato le buone norme per una guida sicura su strada.

Durante le lezioni, dopo una prima parte di discussione riguardo ad alcuni video proiettati in classe sulle regole fondamentali per una guida sicura, i ragazzi hanno indossato appositi occhiali forniti dai Giovani della CRI per attraversare un breve percorso, sperimentando “visivamente” i sintomi dello stato di ebbrezza o dell’assunzione di sostanze stupefacenti: perdita di equilibrio, distorsione della vista, diversa percezione delle distanze e allungamento dei tempi di reazione. Una “verifica sul campo” di come un consumo eccessivo di alcol e l’utilizzo di droghe, quando si è alla guida, possano avere conseguenze fatali per sé e per gli altri.

I dati sugli incidenti stradali a livello nazionale riferiti al 2018, seppure registrino un calo dell’1,4% rispetto al 2017, sono comunque allarmanti: secondo l’ultimo rapporto Istat, nel 2018 “sono stati 172.533 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia, con 3.334 vittime (morti entro 30 giorni dall’evento) e 242.919 feriti”. Gli incidenti derivano soprattutto da comportamenti errati: tra i più frequenti si conferma ancora una volta la distrazione alla guida, come per esempio l’utilizzo del cellulare. Per questo la Croce Rossa della Spezia è impegnata da diversi anni nell’educazione alla sicurezza stradale verso i giovani con lezioni interattive, sia nelle scuole che nelle piazze del territorio: nel 2019 i Giovani CRI hanno coinvolto in totale oltre 750 ragazzi.