Tanti spezzini in difficoltà, la Croce Rossa lancia la "Spesa sospesa"

Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

“Ciao, a casa non abbiamo più da mangiare, potete portarci la spesa? Però non abbiamo soldi per pagarvi…”. Questa è la toccante telefonata che un bambino di 10 anni qualche giorno fa ha fatto agli operatori della Croce Rossa della Spezia. Purtroppo non è stata l’unica di questo genere: sono numerose le chiamate che la CRI sta ricevendo in questi giorni da parte di persone che fanno letteralmente fatica a mettere insieme un pranzo o una cena per sé e per la propria famiglia.

Un’emergenza sociale a cui la Croce Rossa spezzina ha deciso di rispondere lanciando la “Spesa sospesa”, una raccolta straordinaria di generi alimentari che i Volontari CRI distribuiranno alle persone che durante questa emergenza coronavirus si trovano in condizione di bisogno. 

Chiunque voglia donare viveri e generi di prima necessità a chi è in difficoltà può contattare la Croce Rossa ai numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00: saranno i volontari CRI a ritirare gli alimenti dai donatori, nel rispetto delle misure di sicurezza sul Covid-19. La spesa donata dai cittadini verrà quindi conservata nel magazzino del centro di assistenza della Croce Rossa in via Bologna e subito consegnata alle persone indigenti che ne faranno richiesta. Una catena di solidarietà tra cittadini e Croce Rossa che permetterà di aiutare tante persone che in questi giorni non hanno la possibilità di acquistare generi alimentari.

In parallelo prosegue il servizio di consegna gratuita a domicilio di spesa e farmaci, in collaborazione con l’amministrazione comunale, rivolto a persone anziane, o in condizioni di fragilità oppure in isolamento che non possono uscire dalla propria abitazione. Per richiedere la consegna a domicilio basta contattare i numeri sopraindicati e prendere accordi con i volontari CRI.

"CRI per Te", consegna a domicilio di spesa e farmaci a Spezia, Fezzano e Calice al Cornoviglio

Consegna domicilio Croce Rossa La Spezia

È attivo nei comuni della Spezia, di Porto Venere e di Calice al Cornoviglio il servizio gratuito “CRI per Te”, la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci a cura della Croce Rossa della Spezia. 

I Volontari CRI si occupano di consegnare i prodotti richiesti a chi ne ha bisogno ma non può uscire di casa: il servizio è quindi rivolto a persone anziane, in condizioni di fragilità o sottoposte a isolamento che non possono recarsi al di fuori della propria abitazione. Di seguito sono specificati i dettagli per la richiesta del servizio in ogni comune.

LA SPEZIA (nella foto)

Alla Spezia il servizio è attivo da oggi, giovedì 19 marzo, dal lunedì al sabato dalle ore 09.00 alle ore 19.00, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Per richiedere la consegna a domicilio di spesa e farmaci  si può contattare il numero 3467830511 e prendere accordi con i volontari della Croce Rossa.

FEZZANO

Nel comune di Porto Venere il servizio, attivo dal 16 marzo, è organizzato dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune in collaborazione con la sede di Fezzano della Croce Rossa, il gruppo di Protezione Civile Comunale, la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Porto Venere e la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Le Grazie. 

Chi ha necessità della consegna a domicilio di spesa e farmaci può contattare uno dei seguenti esercizi commerciali: a Porto Venere Supermercato Conad (0187792 183), Alimentari di Via Garibaldi (3336386810), Forno De ma' Piazza (3336184867), Farmacia di Piazza Bastreri (0187790621/3481210793); a Le Grazie Farmacia delle Grazie (0187790015), Supermercato New Art (0187792015/3316828911), Macelleria delle Grazie (3314147571), Tabaccheria di Merenda e Riccardo (0187790967), Edicola di Grifoni Marco (3476966190), Alimentari di via Roma (3490952021), Panificio Ghisolfi (0187790193); a Fezzano Supermercato La botega (0187790235), Edicola tabaccheria di Via Gallotti (3495416418), Alimentari Cinque Vie (3475610784). Le consegne verranno effettuate dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.30.

CALICE AL CORNOVIGLIO

Nel territorio di Calice al Cornoviglio il servizio è attivo dal 17 marzo: le consegne avvengono nei giorni di martedì e venerdì durante le ore pomeridiane, fino alle 18.00, in collaborazione con l’amministrazione comunale. “CRI per Te” si aggiunge all’attività del “Pronto Farmaco”, attiva a Calice già dal gennaio 2018. 

Chi vuole richiedere la consegna a domicilio della spesa può contattare gli alimentari ai seguenti numeri: Andrea Montinaro (3388789075), Luigi Montinaro (3404055540), Francesca Galasso (0187935549), il Panificio Giacopinelli (0187930175). Per la consegna dei farmaci si deve contattare invece la Croce Rossa di Calice al numero 0187936202. Le prenotazioni ai negozi dovranno essere fatte dai cittadini entro le ore 12.00 dei giorni di consegna (martedì e venerdì).

250 kg di farina consegnati al nostro magazzino: il gesto di generosità del panificio di Riomaggiore per aiutare chi è in difficoltà

Farina panificio Riomaggiore Croce Rossa

250 kg di farina da Riomaggiore al magazzino della Croce Rossa della Spezia in via Bologna, a Mazzetta, grazia anche alla disponibilità dei volontari della Pubblica Assistenza. Li ha donati Roberta Baudinelli, del panificio “Rosi” del borgo rivierasco, per l’assistenza alle persone che in questi giorni di emergenza coronavirus si trovano in grave difficoltà. Stamattina i volontari della PA di Riomaggiore hanno portato i sacchi di farina agli operatori CRI, che nei prossimi giorni la distribuiranno ai nuclei familiari indigenti che si stanno rivolgendo all’associazione per un supporto concreto.

Dopo il lancio dell’iniziativa della “Spesa sospesa”, infatti, i centralini della Croce Rossa sono stati letteralmente presi d’assalto da moltissimi spezzini – e anche da numerosi titolari di attività commerciali – che hanno dato la loro disponibilità a donare generi alimentari per chi ha bisogno, tanto che il magazzino di via Bologna si è riempito nel giro di poche ore. Ricordiamo che chiunque sia interessato ad aiutare le persone in difficoltà può chiamare i numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00, e prendere accordi con i volontari, che si occuperanno del ritiro degli alimenti donati nel rispetto delle misure di sicurezza.

Contemporaneamente proseguono le donazioni di dispositivi di protezione da parte di aziende e privati: negli ultimi giorni sono state consegnate alla Croce Rossa della Spezia 1500 mascherine da Euroguarco di Arcola, 500 mascherine dall’azienda Grt Srl di Santo Stefano e 200 tute integrali dal Rotary Club della Spezia. Tutto il materiale donato viene preso in carico dai volontari CRI e poi distribuito secondo le esigenze alle diverse realtà del territorio che ne hanno bisogno: già numerose le consegne effettuate dalla Croce Rossa ai reparti ospedalieri del Sant’Andrea e alle associazioni di volontariato della provincia.

La Croce Rossa della Spezia raccoglie mascherine da aziende e privati per aiutare il personale sanitario

Mascherine ospedale Croce Rossa La Spezia

Il servizio “CRI per Te” si allarga alla raccolta di mascherine protettive per aiutare il personale ospedaliero in questo momento di grave difficoltà. L’attività di consegna a domicilio di spesa e farmaci, avviata dalla Croce Rossa della Spezia, si apre ora alle aziende e ai privati del territorio che abbiano disponibilità di mascherine da donare al personale ospedaliero, vista la grave carenza di dispositivi di protezione che purtroppo in questi giorni sta mettendo in seria difficoltà anche le strutture sanitarie.

L’iniziativa è partita da “Gli amici dell’isola del Tino”, insieme a “La nave di carta” e “Il Cantiere della Memoria”, che si sono attivati con generosità per recuperare mascherine da aziende e privati del territorio, coinvolgendo i volontari della Croce Rossa della Spezia che si sono subito messi a disposizione consegnando il materiale donato all’ospedale. Ora chi avesse a disposizione mascherine (chirurgiche, FFP2 e FFP3) può contattare il servizio “CRI per Te” al numero 3467830511 per concordare il ritiro del materiale, che verrà consegnato secondo le esigenze agli ospedali e alle strutture sanitarie del territorio.

“Con questa sorta di ‘raccolta porta a porta di mascherine’ vogliamo far sentire la nostra vicinanza a chi lavora ogni giorno in prima linea per la nostra salute – commenta il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – Grazie a ‘Gli amici dell’isola del Tino’, a ‘La nave di carta’ e al Cantiere della Memoria per averci coinvolto in questa bella iniziativa. Sul nostro territorio ci sono molte aziende che utilizzano per lavoro mascherine protettive: in questo periodo di fermo delle attività questi dispositivi possono davvero salvare delle vite. Noi siamo a disposizione di chi vuole dare una mano al nostro personale ospedaliero”.

Abbiamo bisogno di materiale sanitario per le ambulanze, ecco la nostra raccolta fondi

Raccolta fondi Croce Rossa La Spezia

In questi giorni di emergenza coronavirus anche alla Spezia numerosi volontari della Croce Rossa hanno continuano a svolgere i servizi di soccorso in ambulanza e i trasporti sanitari, con disposizioni di precauzione stringenti a tutela sia dei pazienti che degli stessi soccorritori. Prosegue da settimane anche il servizio dedicato ai casi positivi e sospetti di coronavirus, con un’ambulanza dedicata della Croce Rossa della Spezia pronta a intervenire ogni giorno.

In questo momento delicato, però, sono necessari urgentemente dispositivi di protezione e strumentazioni sanitarie per continuare a garantire lo svolgimento dei servizi in ambulanza: questi materiali infatti stanno diventando di giorno in giorno sempre più introvabili e costosi. Per questo la Croce Rossa della Spezia ha attivato una raccolta fondi sulla piattaforma gofundme.com, a questo link: https://www.gofundme.com/f/gt5mfa-coronavirus-aiutiamo-chi-e-in-prima-linea.

“I nostri volontari nemmeno in questo periodo stanno facendo mancare il loro impegno e la loro passione – commenta il presidente dell’associazione Luigi De Angelis – Le forniture di materiale sanitario sono però sempre più problematiche. Con questa raccolta fondi chiediamo aiuto a tutta la cittadinanza per continuare a svolgere al meglio le attività in ambulanza, indispensabili per la tutela della nostra salute, acquistando mascherine e altri presidi. Chiediamo a tutti di condividere il più possibile questa iniziativa. Anche un piccolo contributo può fare la differenza”.



.

.

.

.

.

.

.

.

.


 

.