Il Rotary Club dona due defibrillatori e un monitor multiparametrico al nostro Comitato

Donazione Rotary Croce Rossa La Spezia

Due defibrillatori semiautomatici e un monitor multiparametrico fondamentali per i soccorsi e i trasporti sanitari in ambulanza. Li ha donati il Rotary Club alla Croce Rossa della Spezia, che già dai prossimi giorni li utilizzerà durante le attività di emergenza e di assistenza sanitaria, svolte 24 ore su 24 dai soccorritori CRI. 

I defibrillatori semiautomatici, dotati di una tecnologia di ultima generazione, sono in grado di guidare gli operatori durante tutte le fasi della rianimazione cardiopolmonare su un paziente in arresto cardiaco, sia in età adulta che pediatrica. Il monitor multiparametrico, invece, verrà utilizzato dai soccorritori della Croce Rossa spezzina per controllare costantemente durante il trasporto, anche di lunga percorrenza, i parametri vitali dei pazienti (ossigenazione del sangue, pressione arteriosa, frequenza cardiaca e temperatura corporea cutanea), e permetterà anche al personale medico e infermieristico del 118 di effettuare un elettrocardiogramma in caso di necessità.

“Il Rotary della Spezia ha ritenuto che fosse importante proseguire il suo impegno per il contrasto del Covid- 19 con la donazione di due defibrillatori e di un monitor parametrico alla Croce Rossa Italiana, per premiare il notevole impegno profuso dai suoi volontari durante questa emergenza sanitaria – spiega il Presidente del Rotary Club della Spezia Mario Baldini – Soprattutto in periodi come questo è necessario che prevalga la solidarietà e il Rotary è stato in prima linea per l’acquisto di macchinari destinati alle strutture ospedaliere e ad enti di volontariato”.

“Ringraziamo di cuore il Rotary Club della Spezia e il suo Presidente Mario Baldini per questo importante gesto di generosità – commenta il Presidente della CRI spezzina Luigi De Angelis – Abbiamo superato la fase più critica dell’emergenza, ma non possiamo permetterci di abbassare la guardia: donazioni come quella del Rotary sono fondamentali per innalzare il livello delle nostre attività in ambulanza attraverso strumentazioni mediche di ultima generazione, garantendo un’assistenza sempre più efficace a chi ha bisogno di aiuto”.

Spesa Sospesa, Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus riconosce un contributo di 5 mila euro alla Croce Rossa

Spesa Sospesa Fondazione Intesa Sanpaolo Croce Rossa La Spezia

Ammonta a 5 mila euro il contributo una tantum che la Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha riconosciuto alla Croce Rossa della Spezia per il servizio della “Spesa Sospesa”, attivato nella prima fase dell’emergenza coronavirus per assistere le fasce più deboli della popolazione spezzina. Il contributo rientra nell’iniziativa “Emergenza soggetti fragili e vulnerabili – Covid-19”, con cui la Fondazione è intervenuta a sostegno degli Enti no profit che nella “fase uno” dell’emergenza sanitaria hanno assicurato tempestivamente servizi primari e assistenza diretta ai soggetti fragili e vulnerabili. Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha riconosciuto un contributo minimo pari a 5 mila euro per le spese di acquisto di beni essenziali sostenute dalla Croce Rossa della Spezia per lo svolgimento del servizio della “Spesa sospesa”, nell’ambito del progetto “CRI per le Persone” che ha visto impiegati sul campo settimanalmente circa 120 volontari.

Più nel dettaglio, ogni settimana attraverso la “Spesa Sospesa” sono state aiutate circa 60 famiglie bisognose e i volontari CRI hanno effettuato circa 100 consegne a domicilio di beni di prima necessità, gestendo le richieste di aiuto attraverso il call center del centro di assistenza di via Bologna, grazie anche al supporto di più di 100 volontari temporanei, comuni cittadini che durante la prima fase dell’emergenza hanno deciso di unirsi alla Croce Rossa spezzina dopo aver seguito online un breve corso ad hoc. Il servizio della “Spesa Sospesa” ha così permesso di rispondere ai bisogni di soggetti indigenti, senza fissa dimora e in difficoltà economica, che a causa dell’emergenza Covid-19 non sono stati in grado di provvedere al proprio sostentamento e a quello della famiglia.

“Grazie alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus per aver riconosciuto il nostro impegno fin dalla fase iniziale dell’emergenza – commenta il Presidente della CRI della Spezia Luigi De Angelis – Se c’è una cosa che ci ha insegnato questo virus, è la fondamentale importanza del ruolo del terzo settore e del lavoro silente svolto ogni giorno dai volontari. Per questo, oggi che ci siamo lasciati alle spalle la fase più delicata dell’emergenza, voglio ringraziare tutto il personale della Croce Rossa della Spezia, che ha dato una grande dimostrazione di impegno e professionalità durante una delle fasi più critiche nella storia del nostro Paese”.

Storia di un'emergenza: il video che racconta la nostra lotta contro il Covid-19

"La profonda dedizione e generosità che donate ai vulnerabili e sofferenti è motivo di grande orgoglio mio personale e di tutta la comunità. 

Questa la storia del nostro difficile cammino che dedico ad ognuno di voi".

Luigi De Angelis
Presidente Croce Rossa La Spezia

Per te non costa nulla, per noi vale molto: con il tuo 5X1000 puoi aiutarci a restare in prima linea!

CAI Soccorso Alpina Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

In un mese abbiamo fatto 235 interventi e percorso più di 13.000 km per il Covid-19. La fatica è davvero tanta, ma ci stiamo mettendo il cuore. Con il tuo 5X1000 puoi aiutarci a proseguire le nostre attività di assistenza.

Quando compili la dichiarazione dei redditi (modello 730, CU o Unico), nel riquadro del volontariato basta indicare il nostro codice fiscale: 91082420117. Con una semplice firma puoi aiutarci a restare in prima linea!



.

.

.

.

.

.

.

.

.


 

.