Notizie

Pupazzi e giocattoli per i più piccoli, ondata di generosità degli spezzini: sabato 13 aprile una lotteria aperta a tutta la cittadinanza

Pupazzi giocattoli Croce Rossa La Spezia

Pupazzi e giocattoli ad offerta libera per aiutare le famiglie del territorio in difficoltà economica. È l’iniziativa della Croce Rossa della Spezia a sostegno dei nuclei familiari assistiti dai volontari CRI nel centro di via Bologna, a Mazzetta. Sabato 13 aprile in piazza del Bastione, dalle 10 alle 20, verrà organizzata una lotteria aperta a tutta la cittadinanza: in palio tanti giocattoli e pupazzi per i più piccoli.

La lotteria del “Pupazzo pasquale” nasce dalla grande quantità di materiale donato nei mesi scorsi dagli spezzini alla Croce Rossa della Spezia: soltanto al centro commerciale delle Terrazze, durante le festività natalizie, grazie alla generosità della popolazione sono stati raccolti più di 38 mila pupazzi e giocattoli per i bambini meno fortunati aiutati dalla Croce Rossa.

Ora il materiale avanzato potrà far felici altri piccoli spezzini, e nel contempo finanziare l’attività del centro CRI di via Bologna, in cui nel 2018, in totale, sono state assistite 369 persone indigenti durante 232 giorni di apertura. L’anno scorso i volontari della Croce Rossa della Spezia hanno distribuito complessivamente 41 tonnellate di generi alimentari, nei casi più gravi anche pagando le bollette di cui le famiglie non sono riuscite a farsi carico.

Gran Fondo, Viareggio Cup, Fiera di San Giuseppe e Giornate Fai: la macchina della Croce Rossa per garantire la sicurezza dei partecipanti

Sicurezza grandi eventi Croce Rossa La Spezia

Tre eventi a grande afflusso di persone organizzati in tutta sicurezza grazie ai volontari della Croce Rossa. Le ultime tre settimane sono state parecchio impegnative per i volontari e le Infermiere Volontarie della Croce Rossa della Spezia, che hanno messo in campo strutture e servizi sanitari per garantire la sicurezza della Viareggio Cup, della Fiera di San Giuseppe e della Giornate Fai di primavera all’interno dell’Arsenale.

La macchina della Croce Rossa si è messa in moto già a partire dall’11 marzo, con il fischio d’inizio della Viareggio Cup: 18 soccorritori CRI hanno assicurato l’assistenza sanitaria durante le 19 partite del torneo giocate alla Spezia, di cui 2 allo stadio “Alberto Picco”, pronti a intervenire in caso di necessità per la sicurezza di giocatori e spettatori. Per i tre giorni della Fiera di San Giuseppe, inoltre, in totale 38 operatori della Croce Rossa della Spezia hanno gestito in passeggiata Morin un punto di primo soccorso e una nursery per mamme, controllando lo svolgimento della manifestazione anche con delle squadre di soccorritori a piedi. Nello scorso week-end, infine, 7 volontari hanno vigilato su più di 3 mila visitatori delle navi Italia e Bergamini, eccezionalmente aperte al pubblico in Arsenale per le giornate Fai di primavera. Un bilancio positivo, non solo per il grande sforzo degli operatori della Croce Rossa, ma anche per l’andamento dei tre grandi eventi, che non hanno registrato incidenti o criticità.

“Dobbiamo ringraziare i volontari e le Infermiere Volontarie della Croce Rossa, che mettono a disposizione il loro tempo e le loro competenze per la sicurezza degli altri – commenta Luigi De Angelis, Presidente della Croce Rossa della Spezia – Grazie a loro abbiamo confermato ancora una volta la professionalità e la preparazione che ci vengono sempre riconosciute. Sono state tre settimane impegnative, ripagate dagli attestati di stima di Istituzioni e cittadini”.

In più, domenica 31 marzo 25 operatori della CRI della Spezia, di Riccò del Golfo, Follo, Levanto e Sesta Godano hanno vigilato sulla Gran Fondo Tarros Montura. 7 ambulanze hanno seguito sia il percorso lungo (115 km) sia quello corto (92 km) per prestare soccorso in caso di necessità a più di 1.800 ciclisti, mentre al Centro Allende è stato allestito un punto di primo soccorso gestito dalle Infermiere Volontarie della Spezia.

Stop alle droghe: le scuole vanno al cinema con la Croce Rossa. Nel 2018 prevenzione per 2 mila studenti

Studenti cinema Croce Rossa La Spezia

Un film tratto da una storia vera e tre classi di studenti per una mattinata all’insegna della prevenzione. È stato proiettato questa mattina al cinema “Il Nuovo” il film “La mia seconda volta”, da ieri nei cinema italiani e ispirato alla storia di Giorgia Benusiglio.

Gli studenti degli Istituti “Einaudi-Chiodo” e “Casini” sono stati così coinvolti nel progetto di prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti della Croce Rossa della Spezia che solo nel 2018, grazie agli incontri organizzati con Giorgia Benusiglio, ha coinvolto circa 2 mila adolescenti spezzini attraverso incontri di approfondimento.

“La mia seconda volta”, con Aurora Ruffino, Simone Riccioni, Mariachiara Di Mitri, Federico Russo e Luca Ward, per la regia di Alberto Gelpi, è il punto di arrivo di un’attività informativa che Giorgia Benusiglio porta avanti da diversi anni, anche alla Spezia grazie alla collaborazione con i Giovani della Croce Rossa. Salvata a soli diciassette anni con un trapianto dopo aver assunto mezza pastiglia di ecstasy, Giorgia ha deciso di trasformare la sua esperienza in una lezione per gli altri, soprattutto per i ragazzi, iniziando un tour informativo sui rischi dell’utilizzo di droghe che porta avanti in tutta Italia da più di undici anni, e che negli ultimi mesi ha toccato diverse volte anche La Spezia.

Riflessione e commozione tra gli studenti che questa mattina hanno guardato il film, che verrà presentato al pubblico martedì 26 marzo alle 21.30, al cinema “Il Nuovo”, insieme all’attore e produttore Simone Riccioni. Quello della prevenzione dell’uso di stupefacenti è un tema su cui la Croce Rossa della Spezia è impegnata da diversi anni: i Giovani CRI, infatti, organizzano regolarmente attività e incontri sia nelle piazze che nelle scuole del territorio per informare e mettere in guardia i loro coetanei.

Nel 2018 assistite più di 300 persone indigenti: sabato 6 aprile una raccolta alimentare per chi è in difficoltà

Indigenti raccolta alimentare Croce Rossa La Spezia

Proseguono le raccolte alimentari organizzate dalla Croce Rossa della Spezia a favore delle famiglie indigenti assistite al centro CRI di via Bologna, a Mazzetta.  Sabato 6 aprile, dalle 9.00 alle 20.00, i Volontari della Croce Rossa saranno all’Ipercoop del centro commerciale Le Terrazze per raccogliere alimenti a lunga conservazione. I clienti del supermercato, consegnando ai volontari CRI generi di prima necessità, potranno sostenere l’attività del centro di distribuzione viveri della Croce Rossa: tutto il materiale raccolto verrà infatti distribuito nelle settimane successive ai numerosi nuclei familiari che vengono regolarmente aiutati attraverso la distribuzione di “pacchi alimentari”.

Sono necessari soprattutto alimenti a lunga conservazione come pasta, latte, omogeneizzati, olio, farina, zucchero e biscotti, oltre anche a pannolini, particolarmente richiesti dalle famiglie.

Nel 2018 i Volontari della Croce Rossa spezzina hanno aiutato complessivamente 369 persone in difficoltà economica durante i 232 giorni di apertura del centro di via Bologna, attraverso la distribuzione di alimenti, vestiario, materiale didattico, giocattoli e nei casi più gravi anche con il pagamento delle utenze di cui gli assistiti non riescono a farsi carico. 

Attivo anche uno sportello di ascolto per chi si trova (anche momentaneamente) in condizione di bisogno: nel 2018 in totale sono stati circa 120 i contatti con i volontari della Croce Rossa attraverso questo servizio. Prosegue anche l’attività di assistenza delle unità di strada CRI nei confronti delle persone senza fissa dimora, a cui ogni settimana vengono consegnati pasti caldi, prodotti per l’igiene personale, coperte e k-way: nel 2018 sono stati circa 800 i contatti degli operatori della Croce Rossa della Spezia con i senzatetto.

Punto di primo soccorso, nursery e lotteria di beneficenza: alla Fiera di San Giuseppe sicurezza garantita dalla Croce Rossa

Croce Rossa Fiera San Giuseppe La Spezia

Anche quest’anno, come da tradizione, la Croce Rossa della Spezia sarà presente alla Fiera di San Giuseppe durante tutti i tre giorni della manifestazione, da domenica 17 a martedì 19 marzo. In passeggiata Morin (lato ponte Revel) gli operatori CRI allestiranno un punto di primo soccorso, che verrà gestito dalle Infermiere Volontarie della Croce Rossa e sarà dotato di strumentazioni e medicazioni per prestare soccorso ai partecipanti alla Fiera in caso di necessità.

Nello stesso punto in passeggiata Morin, la Croce Rossa metterà a disposizione anche un servizio di nursery, uno spazio appartato all’interno di un gazebo per consentire alle mamme di cambiare e allattare i bambini in tutta tranquillità e in un luogo riservato. Non mancherà nemmeno una lotteria di beneficenza, il cui ricavato finanzierà l’attività di assistenza agli indigenti svolta dai Volontari CRI nel centro di distribuzione viveri di via Bologna: in palio ci saranno tantissimi pupazzi e giocattoli che nei mesi scorsi sono stati donati alla Croce Rossa dalla popolazione.

Delle squadre a piedi, infine, formate da soccorritori di Croce Rossa e dotate di strumentazione sanitaria, durante le tre giornate di manifestazione controlleranno tutto il percorso della Fiera per eventuali emergenze, con il supporto di un’ambulanza pronta a intervenire.

Festa della donna, i piccoli grandi gesti di umanità delle Volontarie di Croce Rossa: la storia della nostra Roberta

Sono lavoratrici, studentesse, mogli, mamme e colleghe. Ma soprattutto donne con una marcia in più. Attraverso i racconti di Roberta, Lucia, Cristina e Dianora, la Croce Rossa Italiana vuole celebrare oggi l’impegno, la forza, la costanza - ma anche la dolcezza e l’umanità - delle oltre ottantamila Volontarie che, in ogni angolo del nostro Paese, si impegnano tutti i giorni per portare assistenza e ascolto a tutte le persone in difficoltà. Dei quasi 150mila volontari della Croce Rossa Italiana, infatti, il 54% è donna e la maggior parte di loro ha un'età inferiore ai 50 anni. 

La prima storia è quella della Volontaria della Croce Rossa della Spezia Roberta Vitali, che racconta il rapporto di affetto tra lei, il nostro dipendente Luca Fantolini ed Enrico, un paziente dializzato. Ogni mattina, prima di andare in ospedale, Roberta e Luca portano Enrico davanti al mare del Golfo dei Poeti per ammirare il panorama, bere un caffè e fare due chiacchiere: “Abita al terzo piano di una palazzina senza ascensore ed è impossibile uscire. La sua vita scorre davanti a una finestra. Quello che per noi è un piccolo gesto di umanità, per lui è la vita”.

E se Roberta è entrata in Croce Rossa lo deve proprio a un volontario della CRI che diversi anni fa salvò la vita a suo padre in seguito ad un incidente stradale: “Se mio padre è ancora accanto a me, lo devo a quello sconosciuto in uniforme rossa. Quel giorno ho iniziato a chiedermi cosa facessi io per gli altri e cosa avrei potuto fare”.

39° Corso nazionale di formazione per Istruttori DIU, stabilite le date delle selezioni: ecco tutte le informazioni

Corso formazione Istruttori DIU Croce Rossa

Come ha stabilito la Commissione nazionale CRI per la diffusione del Diritto Internazionale Umanitario, le selezioni per l’ammissione al 39° Corso nazionale di formazione Istruttori DIU si svolgeranno venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 aprile 2019 a Roma, alla Caserma “Luigi Pierantoni”.

L’obiettivo del corso (che si terrà dal 12 al 25 luglio) è di consentire ai partecipanti di approfondire la conoscenza del Diritto Internazionale Umanitario ai fini della sua diffusione. Per poter partecipare alle selezioni, i candidati devono essere in regola con il versamento della quota d’iscrizione e risultare Volontari CRI attivi da almeno 24 mesi alla data del 7 aprile 2019.

Il colloquio di selezione tende a verificare l’idoneità del candidato a svolgere lezioni di Diritto Internazionale Umanitario e presuppone una buona conoscenza dei seguenti temi: principi fondamentali della Croce Rossa, organizzazione e compiti del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, elementi di Diritto Internazionale Umanitario.

Tutte le informazioni su luogo e date dei colloqui selettivi, modalità e termine di presentazione delle domande e prove di selezione si possono trovare in questo documento. Chi fosse interessato a partecipare alle selezioni può contattare il Delegato Tecnico Area 4 Landa Landini, alla mail laspezia.principi@liguria.cri.it oppure al numero 320 4387652.

Lutto per il nostro Delegato dell'Area Salute Mauro Olivieri: le condoglianze di tutta la Croce Rossa della Spezia

Ieri è prematuramente scomparsa Mara, moglie del nostro Delegato Tecnico Locale dell'Area Salute Mauro Olivieri. 

In questo momento di profondo dolore e sconcerto, il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis, il consiglio direttivo e tutto il Comitato della Croce Rossa della Spezia si stringono con affetto a Mauro, al figlio Francesco e a tutta la loro famiglia, a cui porgono le più sentite condoglianze.

Grande partecipazione alla cena con delitto a favore della Croce Rossa della Spezia

Cena con delitto Croce Rossa

Una serata all’insegna del giallo e del divertimento per sostenere le attività della Croce Rossa della Spezia. Sabato 2 marzo, al ristorante “Del Re” del Santa Caterina Park Hotel di Sarzana, si è tenuta un’originale iniziativa di beneficenza, organizzata in collaborazione con la compagnia del Teatro Corsaro: una cena con delitto, dal titolo “A volte… ritornano” e diretta da Roberto Di Maio, il cui ricavato verrà utilizzato per finanziare le attività di assistenza svolte sul territorio dalla Croce Rossa nei confronti dei soggetti più deboli ed emarginati.

Gli attori della compagnia del Teatro Corsaro hanno messo in scena un vero e proprio giallo, accompagnando le portate della cena con l’evolversi della storia. Ai commensali il compito di risolvere il mistero, mettendo insieme gli indizi per scoprire l’autore del delitto.

Via al servizio civile in Croce Rossa, formazione e attività in ambulanza per 11 ragazzi

Servizio civile Croce Rossa La Spezia

È partito il primo progetto di servizio civile della Croce Rossa Italiana nella provincia della Spezia. Stamattina, lunedì 25 febbraio, i ragazzi partecipanti al programma “#Aiutamoinsieme – CRI La Spezia 18/19” hanno iniziato un accurato percorso di formazione in ambito sanitario, che consentirà loro di impegnarsi nei servizi di trasporto sanitario assistito di pazienti e nei soccorsi di emergenza in ambulanza, con l’affiancamento degli Operatori Locali di Progetto (OLP), figure esperte che li guideranno passo passo nello svolgimento delle varie attività.

Sono 11 le ragazze e i ragazzi che hanno deciso di svolgere il servizio civile in Croce Rossa, per una durata di 12 mesi: 4 nella sede della Spezia, 1 nella sede di Santo Stefano di Magra, 1 nella sede del Muggiano, 1 nella sede di Riccò del Golfo, 3 nella sede di Follo e 1 nella sede di Ameglia.

Al termine del percorso formativo iniziale, i ragazzi otterranno le certificazioni di utilizzo del defibrillatore, corretta esecuzione delle manovre di rianimazione cardiopolmonare, trattamento dei traumi, gestione delle emergenze, lotta antincendio e formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Certificazioni riconosciute dagli uffici per l’impiego, dagli enti pubblici e privati e dalle strutture socioassistenziali, che rappresentano un titolo preferenziale nei concorsi pubblici per l’assunzione di personale addetto ai servizi sanitari.

Raccolta fondi, lezioni sulle manovre di disostruzione e misurazione gratuita della pressione: due weekend dedicati alla Croce Rossa alle Terrazze, alla Fabbrica e al Centroluna

Due weekend nei centri commerciali del territorio interamente dedicati alla Croce Rossa. Domenica 17 e domenica 24 febbraio si è svolta l’iniziativa di solidarietà nata dalla collaborazione tra la Croce Rossa Italiana e i Centri Commerciali d’Italia associati al CNCC (Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali) per promuovere attività a sostegno della prevenzione e della cura della salute. 

I volontari della Croce Rossa di Sesta Godano, di Levanto, di Riccò del Golfo, della Spezia, di Follo e di Ameglia hanno organizzato una raccolta fondi nei centri commerciali delle Terrazze, della Fabbrica di Santo Stefano Magra e del Centroluna di Sarzana: la somma raccolta con le donazioni spontanee dei visitatori e con il contributo degli stessi centri commerciali verrà destinata all’acquisto di nuove ambulanze a sostegno della comunità.

In più, domenica 24 febbraio nei tre centri commerciali la Croce Rossa ha organizzato anche una serie di lezioni interattive sull’esecuzione delle manovre di disostruzione delle vie aeree nei bambini e nei lattanti. 

I visitatori, inoltre, hanno anche avuto la possibilità di misurarsi gratuitamente la pressione arteriosa all’interno dei centri commerciali con le Infermiere Volontarie della Croce Rossa della Spezia.

Centri commerciali e Croce Rossa insieme per una grande campagna di solidarietà nazionale: il 17 e 24 febbraio alle Terrazze, alla Fabbrica e al Centroluna raccolta fondi per l'acquisto di nuove ambulanze

Raccolta fondi centri commerciali Croce Rossa

Un’iniziativa di charity e solidarietà, nata dalla collaborazione tra la Croce Rossa Italiana e i Centri Commerciali d’Italia associati al CNCC, con l’obiettivo di promuovere la cultura della cittadinanza attiva, utilizzando quindi gli spazi di aggregazione dei centri commerciali e outlet. La campagna nasce con lo scopo di promuovere i valori umanitari e aumentare il coinvolgimento della popolazione rispetto ai bisogni della propria comunità.

I Centri Commerciali, Retail Parks e Factory Outlet italiani sono in grado di generare un volume d’affari pari a 51 miliardi di Euro al netto di IVA con 33.000 negozi, che rappresenta il 3,5% del PIL nazionale. Un comparto in costante crescita, con oltre 553.000 dipendenti diretti su tutto il territorio nazionale e 2 miliardi di presenze annue. L’iniziativa che si terrà nelle due domeniche di febbraio è un’occasione per dimostrare in concreto che gli spazi del retail possono trasformarsi in luoghi di promozione di buone pratiche e di diffusione di attività a sostegno della prevenzione e della cura della salute. Nelle due domeniche del 17 e 24 febbraio i volontari della Croce Rossa Italiana saranno presenti nei 315 centri commerciali aderenti all’iniziativa con un corner adibito alla raccolta fondi.

In particolare, i volontari della Croce Rossa della Spezia, di Sesta Godano, di Levanto, di Riccò del Golfo, di Follo e di Ameglia saranno presenti nei centri commerciali delle Terrazze, della Fabbrica di Santo Stefano Magra e del Centroluna di Sarzana per tutte e due le domeniche dalle 9 alle 19. 

In più, i clienti dei centri commerciali potranno misurarsi gratuitamente la pressione arteriosa con le Infermiere Volontarie della Croce Rossa della Spezia. Domenica 24 febbraio, inoltre, verranno organizzate una serie di lezioni interattive sulle manovre di disostruzione delle vie aeree nei bambini e nei lattanti. Questi gli orari delle lezioni, a cui i visitatori potranno partecipare gratuitamente: alle Terrazze dalle 16 alle 19, mentre sia alla Fabbrica che al Centroluna dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19.

L’obiettivo della campagna è di raccogliere, tra le donazioni spontanee dei visitatori e il contributo diretto degli stessi centri commerciali, la cifra da destinare all’acquisto di ambulanze a sostegno delle comunità.

Commenta Massimo Moretti, Presidente CNCC: “I centri commerciali italiani hanno nel proprio DNA il valore della comunità e della solidarietà: siamo infatti prima di tutto delle piazze, dove accogliere liberamente i nostri concittadini. I centri commerciali italiani hanno sempre promosso eventi molto attenti al sociale ed ai valori etici dello stare insieme. L’orgoglio, questa volta, è di aver messo a fattor comune questi valori ed aver organizzato con Croce Rossa Italiana, per la prima volta in Europa, un evento unico su tutto il territorio nazionale, per sostenere, con mezzi concreti, CRI”.

“La nostra missione - commenta Flavio Ronzi, Segretario Generale della Croce Rossa Italiana - è essere ovunque per chiunque. Ancor di più, quindi, nei centri commerciali che sono le nuove agorà moderne dove le persone, che fanno parte di una stessa comunità, s’incontrano e trascorrono qualche ora di svago. Per la CRI, essere contemporaneamente in più di 300 di questi luoghi, in tutta Italia, vuol dire conoscere i propri vicini di casa, prenderli per mano e condividere con loro momenti di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione e per un’informazione puntuale sui corretti stili di vita. Per questo - continua Ronzi - ringrazio il CNCC per questa opportunità di visibilità dei nostri progetti e di sostegno concreto per tenere in salute le nostre comunità”.


CNCC Il Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali è un’Associazione trasversale che riunisce in un unico organismo tutti i soggetti privati e pubblici collegati, a vario titolo, all’industria dei Centri Commerciali, dei Parchi Commerciali e dei Factory Outlets. La missione dell’associazione è quella di riunire tutti i protagonisti del settore, elaborare e diffondere conoscenze e cultura sui Centri Commerciali; assicurare la rappresentanza e la tutela degli interessi delle diverse componenti associative; intraprendere tutte le iniziative che contribuiscono a creare consenso; favorire un dialogo con gli Enti pubblici e privati per una politica di sviluppo dei Centri Commerciali; offrire ai Soci un insieme diversificato di servizi innovativi per tipologia di attività; promuovere tutti i Soci in Italia e nei mercati internazionali.

Stop alle violenze contro gli operatori sanitari: anche alla Spezia la campagna "Non sono un bersaglio" della Croce Rossa Italiana

Non sono un bersaglio Croce Rossa

È arrivata anche alla Spezia la campagna “Non sono un bersaglio” della Croce Rossa Italiana, che denuncia il costante intensificarsi di attacchi agli operatori sanitari nei teatri di conflitto armato in tutto il mondo. Nel mirino delle aggressioni finiscono sempre più spesso ospedali, ambulanze e operatori della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa che non dovrebbero essere oggetto di simili violenze, come stabiliscono le norme del Diritto Internazionale Umanitario.

Al contrario, il CICR (Comitato Internazionale di Croce Rossa, l’Istituzione indipendente e neutrale che protegge e assiste le vittime di guerre e violenze armate) parla di un fenomeno che non accenna a diminuire, con l’allarmante conseguenza della privazione per molte persone dell’accesso a un servizio vitale di assistenza sanitaria.

È per questo che sabato 16 febbraio la Croce Rossa della Spezia era in piazza del Bastione, dove i Volontari e le Infermiere Volontarie del Comitato hanno divulgato la campagna per rendere consapevole la cittadinanza di una realtà preoccupante. I Volontari CRI hanno simulato un tipico scenario di violenza contro personale sanitario nell’ambito di un conflitto armato, in cui un membro della Croce Rossa perde la vita in seguito a un attacco a una postazione medica. Ai cittadini sono anche stati sottoposti dei questionari sui temi al centro della campagna.

“Non sono un bersaglio” pone l’attenzione anche sul contesto nazionale: alcuni casi di violenza, non solo fisica ma anche verbale, si registrano infatti anche in “insospettabili” contesti come le città e le province italiane. Altro aspetto preoccupante è quello delle aggressioni ai soccorritori delle ambulanze e dei danneggiamenti ai mezzi stessi

Ragion per cui la Croce Rossa Italiana ha deciso di istituire un Osservatorio, per censire i rischi legati al volontariato ed evidenziare i contesti di maggiore pericolo, fino ad arrivare all’elaborazione di proposte concrete per scongiurare le aggressioni. Appuntamento a sabato per fare luce su un fenomeno sottovalutato e poco conosciuto.

Aperte le iscrizioni al 3° corso regionale per Istruttori TSSA: ecco tutte le informazioni

Corso Istruttori TSSA

È aperto il bando di partecipazione al terzo corso regionale per Istruttori TSSA: obiettivo del corso di formazione è l’apprendimento da parte dei partecipanti delle competenze tecniche e didattiche per gestire un corso TSSA (Trasporto sanitario e soccorso in ambulanza).

Il corso avrà una durata di 32 ore, distribuita su due weekend (23-24 marzo e 6-7 aprile), e si svolgerà presso il Comitato di Ceriale (o locali limitrofi).

Per prendere parte al corso è prevista una fase iniziale di selezione, a cui possono partecipare i volontari Soci di un Comitato CRI della Liguria, autorizzati dal proprio Presidente, che appartengano alla Croce Rossa Italiana da almeno 2 anni, che siano in possesso del titolo di esecutori TSSA o PSTI o equipollenti e di una certificazione FULLD in corso di validità e che non siano sottoposti a provvedimenti disciplinari.

La prova di selezione si svolgerà sabato 9 marzo a partire dalle ore 9.00 nei locali della Caserma Gavoglio a Genova, in via del Lagaccio 41. Non sono previsti costi a carico dei partecipanti.

Una volta superato il corso di formazione e conclusi gli affiancamenti previsti con esito positivo, l’Istruttore TSSA avrà il compito di facilitare l’apprendimento delle manovre tecniche operative di soccorso e di aggiornare periodicamente gli operatori del trasporto sanitario o i soccorritori.

Tutte le informazioni sulla prova di selezione, sul materiale di preparazione e sul corso di formazione si possono trovare in questo documento. La domanda di partecipazione al corso (scaricabile qui), debitamente compilata, deve essere inviata all’Ufficio Soci del nostro Comitato entro le ore 12.00 di lunedì 25 febbraio.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il nostro Responsabile Formazione Interna Mauro Olivieri al numero 3386987667 o alla mail mauro.olivieri@liguria.cri.it.

Assistenza agli indigenti, nel 2018 donate alla Croce Rossa 6 tonnellate di alimenti: proseguono le raccolte alimentari

Raccolta alimentare 16 febbraio Croce Rossa

Sono riprese anche quest’anno le raccolte alimentari organizzate dalla Croce Rossa della Spezia a favore delle famiglie indigenti assistite al centro CRI di via Bologna, a Mazzetta.

Sabato 16 febbraio i Volontari della Croce Rossa hanno raccolto alimenti a lunga conservazione al Penny Market di via Genova, alla Chiappa. I clienti del supermercato, consegnando ai volontari CRI generi di prima necessità, hanno potuto sostenere l’attività del centro di distribuzione viveri della Croce Rossa: tutto il materiale raccolto verrà infatti distribuito nel corso di queste settimane ai numerosi nuclei familiari che vengono regolarmente aiutati attraverso la distribuzione di “pacchi alimentari”.

Nel 2018 i Volontari della Croce Rossa spezzina hanno raccolto circa 6 tonnellate di generi alimentari durante otto iniziative all’interno dei supermercati, grazie alla generosità della popolazione. A cui vanno aggiunte circa 8 tonnellate di alimenti provenienti dalla Comunità Europea distribuiti nel corso dell’anno ai nuclei familiari in difficoltà. Numeri che confermano l’importanza del centro CRI di via Bologna come presidio sociale per le fasce più deboli della popolazione.

Una vettura in più per la Croce Rossa della Spezia grazie alla Fondazione "Giovanna Ciani"

Vettura Croce Rossa Fondazione Ciani

15 mila euro per sostenere le attività di assistenza della Croce Rossa nei confronti dei soggetti più deboli. È il generoso contributo che la Fondazione “Giovanna Ciani”, creata dai coniugi Ermanno e Diomira Ciani per ricordare la figlia Giovanna, prematuramente scomparsa, ha donato come ogni anno alla Croce Rossa della Spezia. Grazie alla donazione è stato possibile acquistare una vettura per lo svolgimento dei trasporti sanitari, che è già in uso alla sede della Croce Rossa del Muggiano.

Il mezzo sarà di fondamentale importanza per assistere malati e pazienti sottoposti a particolari cure attraverso i trasporti sanitari “secondari”, effettuati non in emergenza: viaggi verso strutture sanitarie (spesso anche fuori provincia), terapie di dialisi, spostamenti per accompagnare malati, anziani e disabili a visite mediche, ecc.

“Tengo a ringraziare anche quest’anno la Fondazione per il significativo contributo – dichiara il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – e in particolare il Presidente Massimo Mariano. Anche un solo mezzo in più, per un’associazione di volontariato, può fare la differenza: ora saremo in grado di rispondere alle esigenze dei nostri assistiti con ancora maggior efficacia”.

Incidenti al volante e stupefacenti killer: sabato 9 febbraio due simulazioni in piazza con la Croce Rossa

Simulazione rischi sostanze stupefacenti

+++ ATTIVITÀ ANNULLATE CAUSA MALTEMPO +++

Continuano le attività della Croce Rossa della Spezia volte a prevenire comportamenti e stili di vita a rischio, con particolare attenzione alle fasce più giovani della popolazione. Quello di sabato 9 febbraio sarà un doppio appuntamento con la Croce Rossa proprio all’insegna della prevenzione, per sensibilizzare ragazze e ragazzi sia alle buone norme per un’adeguata sicurezza alla guida sia ai rischi per la salute causati dall’assunzione di sostanze stupefacenti.

Dalle 16 alle 19.30, in piazza Beverini, con il patrocinio del Comune e la partecipazione della Polizia Stradale, i Giovani della Croce Rossa organizzano una simulazione dal vivo, a bordo di una vettura, di uno scenario a rischio per chi si trova alla guida, per far capire ai partecipanti, attraverso un’esperienza diretta, come un consumo eccessivo di alcol, l’assunzione di stupefacenti o anche una semplice distrazione al volante possano comportare conseguenze fatali.

In serata, invece, sempre in piazza Beverini, appuntamento con un’altra esperienza sensoriale rivolta soprattutto ai giovani: all’interno di un gazebo i partecipanti verranno bendati, indosseranno delle cuffie e ascolteranno una clip audio su una serata tra amici in discoteca, poi si troveranno davanti un ragazzo che simulerà i tipici sintomi causati dall’assunzione di stupefacenti, prima del suo trasporto urgente al pronto soccorso a bordo dell’ambulanza.

I Giovani della Croce Rossa spezzina sono impegnati da diversi anni nella diffusione di stili di vita sani e sicuri: nel corso del 2018, ad esempio, hanno coinvolto circa 850 adolescenti in attività di educazione alla sicurezza stradale, sia all’interno delle scuole che nelle piazze, e circa 2.000 studenti degli istituti superiori in campagne di prevenzione delle dipendenze da droghe.

Addio a Giuseppe Paveto, instancabile Volontario della Croce Rossa della Spezia

Questa mattina, sabato 2 febbraio, è venuto a mancare, a causa di una grave malattia, il nostro Volontario Giuseppe Paveto. Giuseppe era Volontario della Croce Rossa da 10 anni: instancabile, ha dedicato tanto tempo al volontariato, con professionalità e disponibilità, sempre al servizio degli altri, tanto che fino a poco tempo fa aveva ricoperto il ruolo di responsabile della nostra sede di Fezzano. 

Nell'apprendere questa triste notizia, il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis, il consiglio d'amministrazione e tutto il Comitato della Croce Rossa della Spezia si stringono con affetto alla famiglia di Giuseppe.

Alternanza scuola-lavoro, al via il progetto della Croce Rossa: 10 studenti dell'Einaudi-Chiodo a lezione con i nostri operatori

Alternanza scuola lavoro Croce Rossa La Spezia

È iniziato ieri, venerdì 25 gennaio, il progetto di alternanza scuola-lavoro della Croce Rossa della Spezia, a cui partecipano dieci studenti dell’Istituto “Einaudi-Chiodo”. 

I ragazzi, fino al 1 aprile, affronteranno 41 ore di lezioni teoriche e pratiche, tenute dagli stessi operatori CRI. Obiettivo del progetto, organizzato dai Giovani della Croce Rossa spezzina, è fornire agli studenti sia competenze di base, come capacità relazionali e organizzative, sia competenze tecnico-professionali, come importanti nozioni in ambito sanitario, che riguardano le numerose attività svolte quotidianamente dalla Croce Rossa sul territorio.

L’offerta formativa prevede una parte introduttiva, con lezioni sul Diritto Internazionale Umanitario e sulla storia, la struttura e i compiti della Croce Rossa Italiana e del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. In seguito gli studenti acquisiranno competenze in tema di tutela della salute e di pianificazione e comunicazione di attività.

“Si tratta di un progetto che fornirà agli studenti un quadro di riferimento delle azioni a sostegno dei più deboli svolte dalla nostra Associazione - spiega il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis - Garanzia della buona riuscita del percorso di alternanza è la preparazione dei nostri operatori, che illustreranno nozioni e attività che mettono in campo ogni giorno in prima persona. Gli studenti, così, faranno proprie competenze importanti nella vita comune, ma utili soprattutto in ambito lavorativo, avvicinandosi nel contempo al mondo della Croce Rossa Italiana”.

Numerosi gli argomenti che verranno approfonditi durante il progetto: dalla prevenzione delle malattie cardiovascolari all’educazione alla sessualità, dalle tecniche di primo soccorso alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e delle dipendenze, passando per l’educazione alla sicurezza stradale e all’alimentazione corretta. 

Oltre alle lezioni teoriche, in più, gli studenti dovranno anche progettare delle attività “concrete”, coerenti con quanto imparato durante il percorso formativo dell’alternanza, che verranno poi realizzate dai ragazzi nei mesi di aprile e maggio all’interno della vita scolastica dell’Istituto.

Escape room in centro con la Croce Rossa: intuito, gioco di squadra ed enigmi sulla storia dell'Associazione

Divertimento e logica a tema Croce Rossa, sabato 26 gennaio in piazza Ramiro Ginocchio. La Croce Rossa della Spezia ha organizzato il gioco dell’escape room, con una serie di enigmi e rompicapo sulla storia e le numerose attività svolte dalla Croce Rossa.

Gli indovinelli preparati dai Giovani CRI sono stati rivelati sul momento, a cronometro già avviato. I partecipanti, infatti, sono stati separati in squadre all’interno di due gazebo e hanno avuto a disposizione un tempo limitato per risolvere tutti gli enigmi, completando con successo il gioco e conquistando così la “fuga” alla base dell’escape room.

Obiettivo dell’iniziativa, rivolta soprattutto ai più giovani, quello di stimolare l’intuito e il gioco di squadra, avvicinando nel contempo i partecipanti alla storia e alle attività della Croce Rossa Italiana.

Terminato il nuovo corso per Operatore Sociale Generico: un ciclo di formazione per poter aiutare al meglio i più vulnerabili

Operatore Sociale Generico Croce Rossa La Spezia

È iniziato sabato 12 gennaio e si è concluso domenica 20 gennaio il nuovo corso per Operatore Sociale Generico della Croce Rossa della Spezia. Le lezioni hanno trattato diverse tematiche: dal concetto di vulnerabilità alla comunicazione come strumento per costruire la qualità della relazione, dall’approfondimento delle emozioni primarie all’organizzazione di uno sportello sociale.

CHI È L’OPERATORE SOCIALE
L’Operatore Sociale Generico (OSG) è un volontario CRI impegnato nella pianificazione e implementazione di attività e progetto volti a mitigare, prevenire e rispondere ai meccanismi di esclusione sociale che ostacolano il pieno sviluppo degli individui.

Rivolge la propria attività verso i soggetti vulnerabili (bambini, disabili, anziani, tossicodipendenti, extracomunitari, senzatetto, ecc.) realizzando attività basilari in ambito sociale, e indirizzando l’utente, se necessario, a strutture e servizi dedicati. Tra i compiti più importanti dell’OSG della Croce Rossa c’è quello di individuare le situazioni di vulnerabilità, stabilendo i bisogni degli utenti e realizzando azioni di aiuto che tengano conto del contesto di riferimento.

Le lezioni, dalla durata di 25 ore, verranno seguite da un esame teorico e un colloquio, dopodiché i corsisti completeranno il ciclo di formazione svolgendo un tirocinio di 20 ore, affiancati da volontari esperti e già formati.

Weekend all'insegna della prevenzione a Le Terrazze: test HIV-Epatite C e lezione sulle manovre di disostruzione

Le Terrazze prevenzione Croce Rossa La Spezia

Il centro commerciale Le Terrazze, sabato 19 e domenica 20 gennaio, ha ospitato due importanti iniziative, organizzate in collaborazione con la Croce Rossa della Spezia. Un intero weekend all'insegna della prevenzione con i Volontari CRI.

Il 19 gennaio i Giovani del nostro Comitato hanno offerto a tutti i visitatori la possibilità di effettuare un test rapido, gratuito e del tutto anonimo per la diagnosi preliminare di HIV e Epatite C; questa è una preziosa attività per diffondere la salute nella popolazione, infatti chiunque può accertarsi di aver contratto o meno i due virus in questione, ovvero HIV e HCV.  Si stima che al giorno d’oggi circa un terzo delle persone che hanno contratto l’HIV non ne siano a conoscenza, tuttavia una volta fatta la diagnosi e intrapresa una opportuna terapia le persone sieropositive possono vivere a lungo in maniera sana; mentre coloro che hanno contratto l’Epatite C possono finalmente guarire definitivamente. 

Domenica 20 gennaio, invece, numerose famiglie hanno partecipato a una lezione interattiva MSP (Manovre Salvavita Pediatriche): come bisogna comportarsi di fronte a una ostruzione delle vie aeree in bambini o lattanti? Alla domanda, davanti a un folto pubblico, hanno risposto gli istruttori MSP della Croce Rossa della Spezia, mostrando ai partecipanti le manovre da eseguire per far fronte a una ostruzione delle vie aeree in età pediatrica: una semplice tecnica che, una volta imparata, può salvare la vita di bambini e lattanti. Troppo spesso, infatti, davanti a un episodio di soffocamento (a causa di un corpo estraneo inghiottito accidentalmente o di un boccone andato per traverso) le persone non sanno come comportarsi, quando sarebbe sufficiente seguire una serie di semplici passi per aiutare il bambino, con ottime probabilità di successo. È importante, per evitare questi eventi, diffondere il più possibile non solo le Manovre Salvavita con le tecniche di disostruzione e di rianimazione cardiopolmonare di base, ma anche prevenire che ciò possa accadere.

Trasformatore di Babbo Natale: raccolti 38.750 giocattoli per i bambini meno fortunati

Giocattoli teletrasformatore Le Terrazze Crce Rossa

Al centro commerciale Le Terrazze le festività natalizie si concludono all’insegna della solidarietà: circa 38.750 giocattoli sono stati raccolti attraverso il Trasformatore di Babbo Natale allestito nella galleria commerciale. Tutti i giocattoli donati dai cittadini in questi mesi verranno devoluti dalla Croce Rossa della Spezia e dai Comitati limitrofi alle famiglie in difficoltà del territorio.

L’iniziativa ha riscosso particolare successo di pubblico e ha permesso di raggiungere un importante risultato: grazie al piccolo contributo di ogni cittadino è stato infatti possibile offrire i giocattoli non più utilizzati a chi ne ha bisogno e regalare un sorriso ai bambini meno fortunati della comunità.

Il centro commerciale Le Terrazze ringrazia i volontari della Croce Rossa Italiana della Spezia e i Comitati limitrofi per la preziosa collaborazione, oltre a tutti i cittadini per la generosa e numerosa partecipazione.

Una serata in discoteca e il rischio degli stupefacenti: numerosi i partecipanti all'esperienza sensoriale della Croce Rossa

Molti i ragazzi che la sera di sabato 12 gennaio in piazza Beverini hanno partecipato alla simulazione dal vivo organizzata dalla Croce Rossa della Spezia. I Giovani CRI hanno riproposto un’attività di sensibilizzazione che la scorsa estate ha ottenuto particolare successo, soprattutto fra gli adolescenti.

Quali rischi per la salute può comportare l’assunzione di sostanze stupefacenti, in uno scenario comune come una serata in discoteca? A rispondere, con una vera e propria esperienza sensoriale, sono stati i Giovani della Croce Rossa della Spezia, da sempre impegnati nella prevenzione delle dipendenze e nella promozione di stili di vita sani.

L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare ai pericoli per la salute provocati dagli stupefacenti, attraverso una simulazione dal vivo di una serata tra amici in discoteca: all’interno di un gazebo i partecipanti, dopo essere stati bendati, hanno ascoltato una clip audio, poi si sono trovati davanti un ragazzo (uno dei Giovani CRI) che ha simulato i tipici sintomi causati dall’assunzione di sostanze stupefacenti, prima della valutazione dei suoi parametri vitali e del trasporto in codice rosso al pronto soccorso. Uno scenario in cui spesso i soccorritori della Croce Rossa si trovano ad operare.

Oltre alle attività di prevenzione delle dipendenze, i Giovani CRI, sia nelle piazze che all’interno delle scuole, sono impegnati in progetti di educazione alimentare, nella diffusione della sicurezza stradale e anche nella prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

Qui le foto dell'attività

Emergenza freddo, senzatetto assistiti dalla Croce Rossa. Pasti caldi, coperte e un conforto contro la solitudine

Assistenza senzatetto Croce Rossa La Spezia

Con il nuovo anno e le temperature particolarmente rigide di questi giorni, riprende il servizio di assistenza della Croce Rossa della Spezia nei confronti dei senzatetto. Le Unità di Strada CRI anche nella tarda serata e nella notte di ieri hanno offerto assistenza, attraverso la distribuzione di pasti caldi, a chi per problemi familiari, lavorativi o di disagio sociale (o anche per scelta personale) trascorre le notti all’aperto, per strada, con tutte le difficoltà del caso.

Il servizio viene svolto dai volontari ogni sabato sera, anche in caso di maltempo, su tutto il territorio comunale, fino a notte inoltrata. Ai senza fissa dimora vengono forniti sacchi a pelo, coperte, k-way, cappelli, sciarpe, giacche, generi alimentari, bevande calde e prodotti per l’igiene personale.

I volontari CRI che garantiscono il servizio, inoltre, sono impegnati nell’ascolto delle esigenze e delle preoccupazioni delle persone senza dimora, anche solo per dare loro un conforto in un momento di solitudine o scoramento. Sono circa sessanta i senzatetto regolarmente assistiti dalla Croce Rossa: un'attività di sostegno che è basata sulla relazione di aiuto alla persona e che prevede anche l'orientamento ai servizi territoriali e la segnalazione di eventuali situazioni di particolare disagio.