Notizie

Una serata in discoteca e il rischio degli stupefacenti: numerosi i partecipanti all'esperienza sensoriale della Croce Rossa

Molti i ragazzi che la sera di sabato 12 gennaio in piazza Beverini hanno partecipato alla simulazione dal vivo organizzata dalla Croce Rossa della Spezia. I Giovani CRI hanno riproposto un’attività di sensibilizzazione che la scorsa estate ha ottenuto particolare successo, soprattutto fra gli adolescenti.

Quali rischi per la salute può comportare l’assunzione di sostanze stupefacenti, in uno scenario comune come una serata in discoteca? A rispondere, con una vera e propria esperienza sensoriale, sono stati i Giovani della Croce Rossa della Spezia, da sempre impegnati nella prevenzione delle dipendenze e nella promozione di stili di vita sani.

L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare ai pericoli per la salute provocati dagli stupefacenti, attraverso una simulazione dal vivo di una serata tra amici in discoteca: all’interno di un gazebo i partecipanti, dopo essere stati bendati, hanno ascoltato una clip audio, poi si sono trovati davanti un ragazzo (uno dei Giovani CRI) che ha simulato i tipici sintomi causati dall’assunzione di sostanze stupefacenti, prima della valutazione dei suoi parametri vitali e del trasporto in codice rosso al pronto soccorso. Uno scenario in cui spesso i soccorritori della Croce Rossa si trovano ad operare.

Oltre alle attività di prevenzione delle dipendenze, i Giovani CRI, sia nelle piazze che all’interno delle scuole, sono impegnati in progetti di educazione alimentare, nella diffusione della sicurezza stradale e anche nella prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

Qui le foto dell'attività

Emergenza freddo, senzatetto assistiti dalla Croce Rossa. Pasti caldi, coperte e un conforto contro la solitudine

Assistenza senzatetto Croce Rossa La Spezia

Con il nuovo anno e le temperature particolarmente rigide di questi giorni, riprende il servizio di assistenza della Croce Rossa della Spezia nei confronti dei senzatetto. Le Unità di Strada CRI anche nella tarda serata e nella notte di ieri hanno offerto assistenza, attraverso la distribuzione di pasti caldi, a chi per problemi familiari, lavorativi o di disagio sociale (o anche per scelta personale) trascorre le notti all’aperto, per strada, con tutte le difficoltà del caso.

Il servizio viene svolto dai volontari ogni sabato sera, anche in caso di maltempo, su tutto il territorio comunale, fino a notte inoltrata. Ai senza fissa dimora vengono forniti sacchi a pelo, coperte, k-way, cappelli, sciarpe, giacche, generi alimentari, bevande calde e prodotti per l’igiene personale.

I volontari CRI che garantiscono il servizio, inoltre, sono impegnati nell’ascolto delle esigenze e delle preoccupazioni delle persone senza dimora, anche solo per dare loro un conforto in un momento di solitudine o scoramento. Sono circa sessanta i senzatetto regolarmente assistiti dalla Croce Rossa: un'attività di sostegno che è basata sulla relazione di aiuto alla persona e che prevede anche l'orientamento ai servizi territoriali e la segnalazione di eventuali situazioni di particolare disagio.