Servizio civile in Croce Rossa: 13 posti disponibili a Spezia, Muggiano, Fezzano, Santo Stefano e Calice

Un’importante esperienza formativa e un’occasione di crescita personale. Sono aperte le iscrizioni a “Crescere insieme alla Croce Rossa”, il progetto di servizio civile della Croce Rossa della Spezia. Sono disponibili 13 posti per ragazze e ragazzi dai 18 ai 28 anni nelle sedi CRI di Spezia (5 posti), Fezzano (2 posti), Muggiano (2 posti), Santo Stefano di Magra (2 posti) e Calice al Cornoviglio (2 posti).

LE ATTIVITÀ PREVISTE

Il progetto di servizio civile della Croce Rossa ha l’obiettivo di aiutare concretamente le fasce più deboli della popolazione del territorio. I volontari selezionati affronteranno dapprima una formazione specifica in ambito sanitario, per poi venire occupati nei servizi di trasporto assistito di pazienti con difficoltà di movimento (che devono effettuare visite, terapie o essere dimessi da reparti dell’ospedale), sotto la guida di dipendenti e volontari CRI esperti.

ORARI E RIMBORSO SPESE

Il servizio civile nelle sedi della Croce Rossa della Spezia avrà una durata di 12 mesi, per un impegno di 30 ore a settimana e un rimborso spese mensile di 439,50 euro. L’orario di servizio, dal lunedì al sabato, sarà organizzato nella fascia oraria compresa tra le 8 e le 20.

REQUISITI E CANDIDATURE

I soli requisiti per poter inviare la propria candidatura sono la cittadinanza italiana, quella di un altro paese dell’UE o il regolare permesso di soggiorno (in caso di cittadini non comunitari), l’età compresa tra i 18 e i 28 anni (compiuti) e l’assenza di condanne penali per reati e/o delitti non colposi. Un requisito preferenziale, inoltre, è il possesso della patente civile B.

Per candidarsi c’è tempo fino alle ore 14.00 del 15 febbraio 2021. Gli aspiranti operatori volontari della Croce Rossa potranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all'indirizzo www.domandaonline.serviziocivile.it. L’accesso alla piattaforma può avvenire esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. 

A questo punto il candidato potrà compilare il form di presentazione della domanda dove dovrà inserire i propri dati e la scelta del progetto al quale fare riferimento, in questo caso “Crescere insieme alla Croce Rossa”. Per una migliore rintracciabilità del progetto si consiglia di compilare due campi: il settore (assistenza) e il nome dell'Associazione (indicare il Comune) dove si arriverà al progetto "Crescere insieme alla Croce Rossa". Tutte le informazioni dettagliate si possono trovare sul sito www.cri.it/bando-ordinario-2020-servizio-civile-croce-rossa. Per ulteriori informazioni contattare la Croce Rossa della Spezia dalle ore 9 alle 13 al numero 0187/702121 (interno 5) o alla mail laspezia@cri.it.

COMPETENZE ACQUISIBILI VALIDE PER IL CURRICULUM VITAE

Al termine del progetto, la Croce Rossa della Spezia rilascerà ai volontari del servizio civile un attestato di partecipazione per riconoscere le competenze acquisite durante i 12 mesi di attività. In particolare, i ragazzi otterranno le certificazioni di utilizzo del defibrillatore, rianimazione cardiopolmonare, trattamento dei traumi, gestione delle emergenze, lotta antincendio e formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Certificazioni riconosciute dagli uffici per l’impiego, dagli enti pubblici e privati, dalle strutture socio-assistenziali e dalle case di cura, che rappresentano un titolo preferenziale nei concorsi pubblici per l’assunzione di personale addetto a servizi sanitari in enti, aziende ospedaliere, case di riposo, ecc. e in quelli pubblici e privati per l’assunzione di personale della Croce Rossa Italiana.

8 ore di viaggio con l'emergenza neve, i nostri soccorritori trasportano un paziente oncologico in Svizzera

Paziente oncologico Svizzera Croce Rossa La Spezia

Circa 1.200 km di viaggio complicato non soltanto dall’emergenza Covid-19, ma anche dalla neve che in parte ha colpito anche l’entroterra spezzino. Quella di ieri è stata una giornata campale per un equipaggio di soccorritori della Croce Rossa della Spezia che ha trasportato un paziente oncologico all’ospedale di Olten, nel Canton Soletta, nel nord della Svizzera, partendo dalla Val di Vara. Il viaggio in ambulanza è stato organizzato per garantire le cure necessarie al malato, ma fin da subito la tabella di marcia è stata scombinata dai problemi di viabilità incontrati in varie località del percorso a causa della neve sulle strade. Alla fine, dopo ben 8 ore di viaggio e 600 km percorsi, i soccorritori sono arrivati a destinazione, al Kantonsspital di Olten, dove hanno lasciato il paziente oncologico alle cure dei sanitari.

Nonostante i problemi organizzativi legati all’emergenza e al maltempo, chi ha richiesto il trasporto sanitario del malato ha riservato parole di ringraziamento per la Croce Rossa: “In questi giorni ho avuto modo di contattare più volte, per il trasferimento in Svizzera di un malato, la Croce Rossa della Spezia. Ho trovato un ambiente pronto, sensibile e collaborativo. La loro esperienza mi ha risolto una situazione abbastanza complessa. Tutti i contattati hanno messo il massimo impegno, sempre precisi e disponibili. Una eccellenza italiana, alla Spezia”.

Iniziate le vaccinazioni dei nostri volontari e dipendenti, alta l'adesione

Vaccinazioni volontari Croce Rossa La Spezia

Sono iniziate stamattina all'ospedale Sant'Andrea le vaccinazioni anti-Covid dei più di 450 volontari e dipendenti della Croce Rossa della Spezia. L'adesione registrata da parte del personale CRI è stata molto alta, tanto che i 36 posti disponibili per la giornata di oggi sono andati esauriti nel giro di pochi minuti. Le somministrazioni continueranno nei prossimi giorni: a vaccinarsi saranno volontari e dipendenti della Croce Rossa spezzina (oltre alla sede centrale della Spezia anche quelle di Fezzano, Muggiano, Santo Stefano e Calice al Cornoviglio) impegnati fin da inizio emergenza nei servizi in ambulanza e nelle altre numerose attività di assistenza alla popolazione.

“Le richieste da parte dei volontari sono state molte di più rispetto ai posti disponibili per questa prima giornata di vaccinazioni – commenta il Presidente della Croce Rossa spezzina Luigi De AngelisL’alta adesione è un ottimo segnale ed è la dimostrazione della volontà di vaccinarsi del nostro personale, che svolge ogni giorno numerose attività in prima linea, soprattutto quella a bordo delle nostre ambulanze per assistere anche pazienti positivi o con sintomi sospetti. Per questo è fondamentale garantire la sicurezza di tutti gli operatori a più alto rischio come i nostri soccorritori”.



.

.

.

.

.

.

.

.

.


 

.