Sabato 26 gennaio escape room in centro con la Croce Rossa: intuito e gioco di squadra per vincere la sfida

Sabato 26 gennaio in piazza Ramiro Ginocchio appuntamento con il divertimento e la logica a tema Croce Rossa. Dalle 16 alle 19 la Croce Rossa della Spezia organizza il gioco dell’escape room, con una serie di enigmi e rompicapo che riguarderanno la storia e le numerose attività svolte dalla Croce Rossa.

Ancora segreti gli indovinelli preparati dai Giovani CRI, che verranno rilevati sul momento, a cronometro già avviato. I partecipanti, infatti, verranno separati in squadre all’interno di due gazebo e avranno a disposizione un tempo limitato per risolvere tutti gli enigmi, completando con successo il gioco e conquistando così la “fuga” alla base dell’escape room.

L’obiettivo dell’iniziativa, rivolta soprattutto ai più giovani, è stimolare l’intuito e il gioco di squadra, avvicinando nel contempo i partecipanti alla storia e alle attività della Croce Rossa Italiana.

Croce Rossa, weekend all'insegna della prevenzione a Le Terrazze: test HIV-Epatite C e lezione sulle manovre di disostruzione

Le Terrazze prevenzione Croce Rossa La Spezia

Il centro commerciale Le Terrazze, sabato 19 e domenica 20 gennaio, ha ospitato due importanti iniziative, organizzate in collaborazione con la Croce Rossa della Spezia. Un intero weekend all'insegna della prevenzione con i Volontari CRI.

Il 19 gennaio i Giovani del nostro Comitato hanno offerto a tutti i visitatori la possibilità di effettuare un test rapido, gratuito e del tutto anonimo per la diagnosi preliminare di HIV e Epatite C; questa è una preziosa attività per diffondere la salute nella popolazione, infatti chiunque può accertarsi di aver contratto o meno i due virus in questione, ovvero HIV e HCV.  Si stima che al giorno d’oggi circa un terzo delle persone che hanno contratto l’HIV non ne siano a conoscenza, tuttavia una volta fatta la diagnosi e intrapresa una opportuna terapia le persone sieropositive possono vivere a lungo in maniera sana; mentre coloro che hanno contratto l’Epatite C possono finalmente guarire definitivamente. 

Domenica 20 gennaio, invece, numerose famiglie hanno partecipato a una lezione interattiva MSP (Manovre Salvavita Pediatriche): come bisogna comportarsi di fronte a una ostruzione delle vie aeree in bambini o lattanti? Alla domanda, davanti a un folto pubblico, hanno risposto gli istruttori MSP della Croce Rossa della Spezia, mostrando ai partecipanti le manovre da eseguire per far fronte a una ostruzione delle vie aeree in età pediatrica: una semplice tecnica che, una volta imparata, può salvare la vita di bambini e lattanti. Troppo spesso, infatti, davanti a un episodio di soffocamento (a causa di un corpo estraneo inghiottito accidentalmente o di un boccone andato per traverso) le persone non sanno come comportarsi, quando sarebbe sufficiente seguire una serie di semplici passi per aiutare il bambino, con ottime probabilità di successo. È importante, per evitare questi eventi, diffondere il più possibile non solo le Manovre Salvavita con le tecniche di disostruzione e di rianimazione cardiopolmonare di base, ma anche prevenire che ciò possa accadere.

Terminato il nuovo corso per Operatore Sociale Generico: un ciclo di formazione per poter aiutare al meglio i più vulnerabili

Operatore Sociale Generico Croce Rossa La Spezia

È iniziato sabato 12 gennaio e si è concluso domenica 20 gennaio il nuovo corso per Operatore Sociale Generico della Croce Rossa della Spezia. Le lezioni hanno trattato diverse tematiche: dal concetto di vulnerabilità alla comunicazione come strumento per costruire la qualità della relazione, dall’approfondimento delle emozioni primarie all’organizzazione di uno sportello sociale.

CHI È L’OPERATORE SOCIALE
L’Operatore Sociale Generico (OSG) è un volontario CRI impegnato nella pianificazione e implementazione di attività e progetto volti a mitigare, prevenire e rispondere ai meccanismi di esclusione sociale che ostacolano il pieno sviluppo degli individui.

Rivolge la propria attività verso i soggetti vulnerabili (bambini, disabili, anziani, tossicodipendenti, extracomunitari, senzatetto, ecc.) realizzando attività basilari in ambito sociale, e indirizzando l’utente, se necessario, a strutture e servizi dedicati. Tra i compiti più importanti dell’OSG della Croce Rossa c’è quello di individuare le situazioni di vulnerabilità, stabilendo i bisogni degli utenti e realizzando azioni di aiuto che tengano conto del contesto di riferimento.

Le lezioni, dalla durata di 25 ore, verranno seguite da un esame teorico e un colloquio, dopodiché i corsisti completeranno il ciclo di formazione svolgendo un tirocinio di 20 ore, affiancati da volontari esperti e già formati.



.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.


.

.

.

 

.