Registrati su myWorld e usufruisci degli sconti!

La Spezia ospiterà la gara regionale di primo soccorso della Croce Rossa, squadre a confronto nel centro storico

Gara regionale primo soccorso Croce Rossa La Spezia

Sarà La Spezia ad ospitare la XXII gara regionale di primo soccorso della Croce Rossa. Sabato 16 luglio le squadre partecipanti, provenienti da tutta la Liguria, si sfideranno per le vie e le piazze del centro città in un confronto di sana competizione. Sarà una giornata all’insegna della formazione e del divertimento a cui potranno assistere i cittadini, in cui i volontari della Croce Rossa saranno chiamati a mettere in pratica le conoscenze di primo soccorso apprese già a partire dal corso di accesso in CRI.

La gara si articolerà in alcune simulazioni di incidenti definite “stazioni di prova”, numerate in modo progressivo secondo un percorso prestabilito: le squadre, partendo ognuna da una stazione diversa e seguendo un percorso ad anello, si dovranno misurare nelle diverse tecniche di primo soccorso richieste per ogni scenario di intervento, avendo a disposizione un tempo massimo di 9 minuti, più 3 di commento. Per l’occasione sarà impegnato anche un team di truccatori, che riprodurrà fedelmente ferite e lesioni nelle singole stazioni di prova.

Ogni singola squadra verrà quindi valutata in base alla tecnica di primo soccorso applicata, all’utilizzo dei presìdi (dove previsti), alla priorità assegnata ai diversi casi, all’organizzazione del lavoro, alla chiamata di soccorso, alla capacità di coordinamento del caposquadra e al modo di agire nei confronti degli infortunati. La squadra vincente parteciperà alla gara nazionale di primo soccorso in rappresentanza del Comitato Regionale CRI della Liguria.

“Per noi è un orgoglio ospitare nella nostra città la gara regionale di primo soccorso – commenta il presidente della CRI spezzina Luigi De Angelis – La gara è un appuntamento molto sentito per la Croce Rossa: per i volontari rappresenta un’importante occasione formativa e di confronto in cui mettere in pratica le conoscenze acquisite nel corso degli anni. La formazione e l’addestramento costante, infatti, fanno parte della quotidianità di ogni serio e preparato soccorritore. Sarà anche l’occasione per mostrare sul campo agli spezzini le competenze dei nostri volontari, dopo due anni in cui la gara ha subito uno stop a causa della pandemia”.

Alcoltest gratuiti per far guidare in sicurezza i giovani spezzini, l'iniziativa di Croce Rossa e SNA sbarca anche al PIN

Alcoltest Croce Rossa PIN La Spezia

È arrivato al terzo anno consecutivo “Saturday night live”, il progetto della Croce Rossa della Spezia sostenuto dal Sindacato Nazionale degli agenti di assicurazione (SNA) per sensibilizzare i giovani a un comportamento sicuro quando sono alla guida di un mezzo. I Giovani della CRI spezzina, durante le serate della movida in centro, proporranno ai ragazzi di sottoporsi gratuitamente all’alcoltest, di provare a eseguire un test sulla prontezza dei riflessi e di rispondere a una serie di questionari sui rischi dell’assunzione di alcol prima di mettersi alla guida, per valutare il grado di consapevolezza dei giovani spezzini sul tema della sicurezza stradale.

Saranno 10 in totale le serate di prevenzione che i volontari della Croce Rossa svolgeranno in centro nelle prossime settimane: quest’anno l’iniziativa sbarcherà anche al Pin, uno dei luoghi più frequentati dai giovani spezzini durante le serate della movida. L’ultima edizione di “Saturday night live”, su un totale di 1.021 giovani che si erano sottoposti volontariamente ad alcoltest, in più di un caso su tre aveva fatto registrare un tasso alcolemico sopra il limite consentito per mettersi su strada, pari a 0,50 g/l (per i neopatentati e i minori di 21 anni il limite è invece fissato a 0 g/l).

“Per il terzo anno consecutivo i Giovani della Croce Rossa tornano in centro città per sensibilizzare i loro coetanei sui rischi del consumo di alcol prima di mettersi alla guida – ha spiegato il presidente dell’associazione spezzina Luigi De Angelis – Grazie al supporto del Sindacato nazionale degli agenti di assicurazione, torniamo a responsabilizzare i giovani spezzini con un’attività che non vuole essere repressiva, ma al contrario di approccio e convincimento “alla pari” tra ragazzi della stessa età, che parlano lo stesso linguaggio e che quindi sono più portati ad ascoltare consigli e indicazioni utili per la loro sicurezza”.

“Come Sindacato Nazionale Agenti siamo fieri di sostenere il progetto “Saturday Night Live” per il terzo anno – hanno aggiunto Roberto Bianchi, coordinatore della comunicazione del sindacato, e Tiziano Salerno, responsabile del progetto – L'obiettivo che si prefigge il progetto incarna lo spirito e i valori della nostra associazione e contemporaneamente ci permette di diffondere la cultura assicurativa tra i più giovani responsabilizzandoli”.

“Abbiamo sempre cercato di creare attrazioni per far rimanere i nostri ragazzi in città – ha dichiarato il sindaco Pierluigi Peracchini – È un percorso che va accompagnato a una forte presa di coscienza dei pericoli legati a determinati comportamenti come l’abuso di alcol prima di mettersi alla guida. Ringrazio la Croce Rossa e lo SNA per questa importante iniziativa, che spero possa proseguire anche in futuro”.

“L’anno scorso un terzo dei ragazzi testati aveva un tasso alcolemico superiore al limite consentito – ha sottolineato il prefetto Maria Luisa Inversini – La domanda che ci dobbiamo porre è: cosa possiamo fare per ridurre questa percentuale? Credo che un luogo dove si possano dare risposte efficaci sia la scuola, dove la Croce Rossa da tempo organizza iniziative di sensibilizzazione rivolte ai ragazzi. Altrettanto importanti sono le ordinanze adottate dai Sindaci per il contrasto alla vendita di alcol ai minori, così come le azioni di controllo da parte delle forze dell’ordine. Ma non possiamo limitarci a questo, si può e si deve fare di più per responsabilizzare i giovani”.

Una benemerenza alla Fondazione Ciani per il sostegno garantito a inizio pandemia

Un attestato e una medaglia di benemerenza rilasciate dall’Associazione Nazionale della Croce Rossa Italiana sono state consegnate ieri dal presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis al notaio Massimo Mariano, presidente della Fondazione Ciani, in segno di gratitudine per il sostegno che la Fondazione ha garantito all’associazione nei primi mesi del 2020 – a inizio pandemia, quando i dispositivi di protezione individuale erano pressoché introvabili e costosissimi – con una donazione di 30 mila euro.

La Fondazione Ciani, creata dai coniugi Ermanno e Diomira Ciani in memoria della figlia Giovanna, da diversi anni continua a dimostrare la sua vicinanza alla Croce Rossa, attraverso contributi che hanno permesso alla CRI di acquistare nuovi mezzi di soccorso, utilizzati ogni giorno per l’assistenza alla popolazione.

“Ho chiesto all’Associazione Nazionale di assegnare questo prestigioso riconoscimento per ringraziare la Fondazione della donazione aggiuntiva che ci aveva fatto nei primi mesi della pandemia, quando ci siamo trovati ad affrontare gravi difficoltà, come l’impossibilità di trovare dispositivi di protezione individuale per proseguire in sicurezza la nostra attività a bordo delle ambulanze – commenta il presidente della CRI spezzina Luigi De Angelis – Si è trattato di un contributo fondamentale, come lo sono stati anche quelli degli anni precedenti, che ci hanno permesso di rinnovare il nostro parco mezzi. Grazie di cuore alla Fondazione da parte di tutta la Croce Rossa della Spezia”.



.

.

.

.

.

.

.

.

.