Via all'indagine sierologica sulla popolazione, coinvolti 1.113 residenti nella provincia della Spezia

Indagine sierologica Croce Rossa La Spezia

È partita anche nella provincia della Spezia lindagine di sieroprevalenza dell’infezione da Covid-19, stabilita da ministero della Salute e Istat con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, per capire quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo coronavirus, anche in assenza di sintomi. L’indagine verrà eseguita su 150 mila persone residenti in 2 mila Comuni, un campione rappresentativo di tutta la popolazione italiana scelto in base a sesso, sei classi di età e professione.

All’interno del campione rientrano anche 1.113 persone residenti nella provincia della Spezia, di cui 470 nel comune della Spezia, 112 a Sarzana, 82 a Castelnuovo Magra, 69 a Follo, 67 a Levanto, 60 a Calice al Cornoviglio, 56 a Porto Venere, 52 a Santo Stefano di Magra, 51 ad Arcola, 49 a Lerici e 45 a Luni. Il centro regionale della Croce Rossa ha già iniziato a contattare le persone selezionate, sottoponendo loro un questionario e proponendo di effettuare il test seriologico (le persone potranno scegliere liberamente se partecipare), che verrà eseguito dalle Infermiere Volontarie della Croce Rossa negli ambulatori CRI e in quelli messi a disposizione dall’Asl5.

L’obiettivo dell’indagine, condotta sul territorio dagli operatori della Croce Rossa della Spezia, di Levanto, Ameglia e Follo, è quello di comprendere la reale estensione dell’epidemia tra la popolazione italiana attraverso la ricerca nel sangue degli anticorpi al Covid-19, calcolando anche quante persone hanno contratto il virus in assenza di sintomi: per questo è fondamentale che tutte le persone selezionate diano la loro disponibilità a sottoporsi al test. La riservatezza dei partecipanti sarà mantenuta per tutta la durata dell'indagine.

Al via indagine sierologica su più di 1.100 spezzini, intervista al Presidente Luigi De Angelis


Gazzetta della Spezia intervista il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis, che fa il punto sull'impegno di volontari e dipendenti CRI durante l'emergenza Coronavirus.

Dall'attivazione dell'ambulanza Covid all'innalzamento delle precauzioni sanitarie per pazienti e soccorritori, dal sostegno alle persone in difficoltà al problema del reperimento dei dispositivi di protezione. De Angelis annuncia anche due nuove attività che svolgerà la Croce Rossa della Spezia: l'indagine seriologica disposta dal Ministero della Salute a cui verranno sottoposti 1.113 spezzini e la distribuzione di buoni spesa da 160 euro a 87 famiglie spezzine.

Per te non costa nulla, per noi vale molto: con il tuo 5X1000 puoi aiutarci a restare in prima linea!

CAI Soccorso Alpina Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

In un mese abbiamo fatto 235 interventi e percorso più di 13.000 km per il Covid-19. La fatica è davvero tanta, ma ci stiamo mettendo il cuore. Con il tuo 5X1000 puoi aiutarci a proseguire le nostre attività di assistenza.

Quando compili la dichiarazione dei redditi (modello 730, CU o Unico), nel riquadro del volontariato basta indicare il nostro codice fiscale: 91082420117. Con una semplice firma puoi aiutarci a restare in prima linea!

Giornata Mondiale della Croce Rossa, un video per ringraziare tutti i volontari

Oggi, venerdì 8 maggio, è la Giornata Mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, il giorno in cui 192 anni fa nacque il fondatore Henry Dunant. Quest’anno l’anniversario cade durante un’emergenza che ha visto impegnati ogni giorno anche nel territorio spezzino centinaia di volontari CRI: dal servizio di soccorso in ambulanza alla consegna a domicilio di spesa e farmaci, fino all’aiuto di numerose famiglie in difficoltà economica.

Per celebrare il loro impegno i Giovani della Croce Rossa della Spezia hanno realizzato un video musicale: un modo per evadere, almeno per un momento, dalle difficoltà dell’emergenza che stiamo vivendo, ricordando sempre l’importanza di continuare a rispettare le regole anti-contagio.

La Croce Rossa lancia l'allarme: "Sempre più famiglie ci chiedono aiuto"

Allarme richieste aiuto Croce Rossa La Spezia

Non diminuiscono nemmeno dopo l’inizio della fase 2 le richieste di aiuto di tanti spezzini alla Croce Rossa. Al contrario, da lunedì 4 maggio i volontari che rispondono al centralino del centro di assistenza di via Bologna hanno registrato un aumento di chiamate per usufruire del servizio della “Spesa Sospesa”, la consegna gratuita di generi alimentari donati dai cittadini e dai commercianti. In media negli ultimi giorni i volontari della CRI spezzina stanno ricevendo tra le 25 e le 30 telefonate al giorno da parte di persone e famiglie che si trovano in grave difficoltà economica.

I casi più frequenti sono quelli di famiglie con figli in cui il reddito era garantito da un solo genitore, che dopo l’inizio dell’emergenza purtroppo ha perso l’impiego: spesso i pochi risparmi del nucleo familiare non bastano nemmeno per acquistare i generi di prima necessità e per pagare le utenze di corrente, acqua e gas.

“Stiamo toccando con mano ogni giorno una difficile situazione sociale – commenta il Presidente della Croce Rossa della Spezia Luigi De Angelis – Con l’inizio della fase 2 la situazione non sembra migliorata, anzi. La mole di richieste di aiuto è sempre più grande, e stiamo incontrando non poche difficoltà a soddisfare tutte le persone che si rivolgono a noi. Per questo facciamo appello alla comunità: sappiamo che queste settimane sono difficili per tutti, ma chi ha la fortuna di avere una certa stabilità economica può essere di grande aiuto anche donando pochi generi alimentari attraverso il servizio della Spesa Sospesa. Facciamo in modo che nessuno resti indietro, facciamo sentire la nostra vicinanza a chi non riesce nemmeno a sfamare i propri figli”.

Chi desidera donare beni di prima necessità può contattare la CRI spezzina ai numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 19.00, oppure il CAI della Spezia, che collabora nel servizio della “Spesa Sospesa”, ai numeri 3398373537, 3663304475 e 3494679480.

Tanti spezzini in difficoltà, la Croce Rossa lancia la "Spesa sospesa"

Spesa sospesa Croce Rossa La Spezia

“Ciao, a casa non abbiamo più da mangiare, potete portarci la spesa? Però non abbiamo soldi per pagarvi…”. Questa è la toccante telefonata che un bambino di 10 anni qualche giorno fa ha fatto agli operatori della Croce Rossa della Spezia. Purtroppo non è stata l’unica di questo genere: sono numerose le chiamate che la CRI sta ricevendo in questi giorni da parte di persone che fanno letteralmente fatica a mettere insieme un pranzo o una cena per sé e per la propria famiglia.

Un’emergenza sociale a cui la Croce Rossa spezzina ha deciso di rispondere lanciando la “Spesa sospesa”, una raccolta straordinaria di generi alimentari che i Volontari CRI distribuiranno alle persone che durante questa emergenza coronavirus si trovano in condizione di bisogno. 

Chiunque voglia donare viveri e generi di prima necessità a chi è in difficoltà può contattare la Croce Rossa ai numeri 01871863280 o 3467830511, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00: saranno i volontari CRI a ritirare gli alimenti dai donatori, nel rispetto delle misure di sicurezza sul Covid-19. La spesa donata dai cittadini verrà quindi conservata nel magazzino del centro di assistenza della Croce Rossa in via Bologna e subito consegnata alle persone indigenti che ne faranno richiesta. Una catena di solidarietà tra cittadini e Croce Rossa che permetterà di aiutare tante persone che in questi giorni non hanno la possibilità di acquistare generi alimentari.

In parallelo prosegue il servizio di consegna gratuita a domicilio di spesa e farmaci, in collaborazione con l’amministrazione comunale, rivolto a persone anziane, o in condizioni di fragilità oppure in isolamento che non possono uscire dalla propria abitazione. Per richiedere la consegna a domicilio basta contattare i numeri sopraindicati e prendere accordi con i volontari CRI.

"CRI per Te", consegna a domicilio di spesa e farmaci a Spezia, Fezzano e Calice al Cornoviglio

Famiglie aiuto Croce Rossa La Spezia

È attivo nei comuni della Spezia, di Porto Venere e di Calice al Cornoviglio il servizio gratuito “CRI per Te”, la consegna a domicilio della spesa e dei farmaci a cura della Croce Rossa della Spezia. 

I Volontari CRI si occupano di consegnare i prodotti richiesti a chi ne ha bisogno ma non può uscire di casa: il servizio è quindi rivolto a persone anziane, in condizioni di fragilità o sottoposte a isolamento che non possono recarsi al di fuori della propria abitazione. Di seguito sono specificati i dettagli per la richiesta del servizio in ogni comune.

LA SPEZIA (nella foto)

Alla Spezia il servizio è attivo da oggi, giovedì 19 marzo, dal lunedì al sabato dalle ore 09.00 alle ore 19.00, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Per richiedere la consegna a domicilio di spesa e farmaci  si può contattare i numeri 3467830511 oppure 01871863280 e prendere accordi con i volontari della Croce Rossa.

FEZZANO

Nel comune di Porto Venere il servizio, attivo dal 16 marzo, è organizzato dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune in collaborazione con la sede di Fezzano della Croce Rossa, il gruppo di Protezione Civile Comunale, la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Porto Venere e la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Le Grazie. 

Chi ha necessità della consegna a domicilio di spesa e farmaci può contattare uno dei seguenti esercizi commerciali: a Porto Venere Supermercato Conad (0187792 183), Alimentari di Via Garibaldi (3336386810), Forno De ma' Piazza (3336184867), Farmacia di Piazza Bastreri (0187790621/3481210793); a Le Grazie Farmacia delle Grazie (0187790015), Supermercato New Art (0187792015/3316828911), Macelleria delle Grazie (3314147571), Tabaccheria di Merenda e Riccardo (0187790967), Edicola di Grifoni Marco (3476966190), Alimentari di via Roma (3490952021), Panificio Ghisolfi (0187790193); a Fezzano Supermercato La botega (0187790235), Edicola tabaccheria di Via Gallotti (3495416418), Alimentari Cinque Vie (3475610784). Le consegne verranno effettuate dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.30.

CALICE AL CORNOVIGLIO

Nel territorio di Calice al Cornoviglio il servizio è attivo dal 17 marzo: le consegne avvengono nei giorni di martedì e venerdì durante le ore pomeridiane, fino alle 18.00, in collaborazione con l’amministrazione comunale. “CRI per Te” si aggiunge all’attività del “Pronto Farmaco”, attiva a Calice già dal gennaio 2018. 

Chi vuole richiedere la consegna a domicilio della spesa può contattare gli alimentari ai seguenti numeri: Andrea Montinaro (3388789075), Luigi Montinaro (3404055540), Francesca Galasso (0187935549), il Panificio Giacopinelli (0187930175). Per la consegna dei farmaci si deve contattare invece la Croce Rossa di Calice al numero 0187936202. Le prenotazioni ai negozi dovranno essere fatte dai cittadini entro le ore 12.00 dei giorni di consegna (martedì e venerdì).



.

.

.

.

.

.

.

.

.


 

.