Registrati su myWorld e usufruisci degli sconti!

Al via il nuovo corso per diventare volontari della Croce Rossa

Nuovo corso volontari Croce Rossa La Spezia

Ci sono ancora posti disponibili per partecipare al nuovo corso di accesso per aspiranti volontari della Croce Rossa. Il corso, che si svolgerà interamente in presenza e inizierà lunedì 17 ottobre, è rivolto a tutti coloro che vogliono unirsi all’associazione per svolgere le numerose attività di assistenza ai più deboli nella sede centrale della Spezia e in quelle di Fezzano, Muggiano, Santo Stefano e Calice al Cornoviglio.

Le lezioni si terranno in orario serale, due volte alla settimana, per permettere anche a chi lavora di partecipare, per poi concludersi con un esame finale sugli argomenti trattati che si svolgerà il 5 dicembre. C’è tempo fino a mercoledì 7 ottobre per iscriversi (oppure al raggiungimento del numero massimo di 30 partecipanti): chi è interessato può registrarsi sul portale della Croce Rossa gaia.cri.it e successivamente iscriversi al corso organizzato dal Comitato CRI della Spezia (CLICCA QUI PER CONSULTARE UNA GUIDA).

Per potersi iscrivere sono necessari alcuni documenti: la domanda di iscrizione, 4 fototessere, una fotocopia del documento d’identità e del codice fiscale, la sottoscrizione del Codice Etico e un certificato anamnestico del proprio medico curante (nella sezione “Materiale didattico” del portale Gaia, una volta ricevuta la conferma di avvenuta iscrizione, è presente parte di questa modulistica). I documenti devono essere consegnati all’Ufficio Soci della Croce Rossa, in via Santa Caterina 29 alla Chiappa (0187 1822444 - ufficio.soci@crilaspezia.it).

Aperte le iscrizioni al nuovo corso per diventare Crocerossine

Iscrizioni nuovo corso Crocerossine

In tutto il territorio nazionale è in corso la campagna 2023 per il reclutamento delle allieve della scuola del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana. Le selezioni rimarranno aperte fino al 30 novembre: le interessate potranno richiedere informazioni circa i requisiti previsti e le modalità di iscrizione all’Ispettorato delle Infermiere Volontarie della Spezia, alla mail isp.laspezia@iv.cri.it.

Tra i requisiti necessari per poter partecipare al nuovo corso, che prevede uno specifico percorso formativo, ci sono l’età compresa tra i 18 e i 55 anni, il diploma di scuola superiore e la cittadinanza italiana.

Il Corpo delle Infermiere Volontarie, Ausiliario delle Forze Armate, è presente su tutto il territorio nazionale e svolge attività sia in ambito civile che di Forze Armate. Quotidianamente le Infermiere Volontarie prestano servizio ordinario sia presso le unità di Croce Rossa Italiana che militari, e servizio straordinario sia in attività di emergenza civile che militare.

45 anni in Croce Rossa, successo di vendite per il libro di Massimo Tartarini: ecco come acquistarlo

Libro Massimo Tartarini Croce Rossa

Sta registrando un grande successo in termini di vendite il libro “La mia storia in Croce Rossa – I miei primi 45 anni di servizio” di Massimo Tartarini. Il racconto del volontario della CRI spezzina abbraccia gran parte della storia recente dell’associazione: dai 3 mezzi e 40 volontari del 1977, anno di ingresso di Tartarini nella CRI, fino ad arrivare ai 44 mezzi e oltre 500 volontari che attualmente formano la struttura della Croce Rossa spezzina sul territorio provinciale, con la sede centrale della Spezia e quelle distaccate di Muggiano, Santo Stefano, Calice al Cornoviglio e Fezzano. Uno sviluppo costante raccontato attraverso aneddoti ed episodi vissuti in prima persona dall’autore, articoli di giornale e fotografie dall’importante valore storico. Il ricavato della vendita verrà interamente devoluto all’associazione di volontariato.

Il libro si può acquistare direttamente nella sede della Croce Rossa, in via Santa Caterina 29 alla Chiappa, oppure effettuando un bonifico di 15 euro intestato alla “Croce Rossa Italiana – Comitato della Spezia” (IBAN IT02Y0623010727000040586919) indicando nella causale “Acquisto libro di Massimo Tartarini”: inviando la ricevuta del bonifico alla mail laspezia@cri.it e indicando un indirizzo, il libro verrà spedito direttamente a casa.

Alcoltest nel centro storico per prevenire gli incidenti, il 16% di chi supera il limite di legge si mette comunque alla guida

Alcoltest La Spezia Croce Rossa

898 alcoltest effettuati nel centro storico durante sette serate della movida, grazie all’impegno di un totale di 40 giovani volontari. Sono i numeri che fino ad ora ha registrato la terza edizione di “Saturday night live”, il progetto della Croce Rossa della Spezia sostenuto dal Sindacato nazionale degli agenti di assicurazione. Per quanto riguarda gli esiti dei test, nel 33,1% dei casi i partecipanti hanno presentato un tasso alcolemico superiore al limite consentito dalla legge per potersi mettere alla guida (pari a 0,5 g/l). Nello specifico, tra chi aveva un tasso superiore al limite, il 16,8% ha dichiarato che durante la serata si sarebbe comunque messo alla guida.

Gli screening (anonimi e gratuiti) organizzati dai Giovani della Croce Rossa sono iniziati sabato 30 aprile e sono proseguiti per tutta l’estate, coinvolgendo molti ragazzi che si erano sottoposti volontariamente all’alcoltest già durante le edizioni precedenti dell’iniziativa: in programma ci sono ancora altre tre serate di prevenzione che verranno organizzate durante le prossime settimane.

Quest’anno il progetto – che ha l’obiettivo di sensibilizzare i giovani a un comportamento sicuro quando sono alla guida – è sbarcato anche al Pin, uno dei luoghi più frequentati dai giovani spezzini durante le serate della movida, con un buon riscontro in termini di interesse e partecipazione. In piazza del Bastione, inoltre, è stato allestito uno stand fisso per dare un punto di riferimento a chi volesse effettuare un alcoltest prima di mettersi alla guida di un veicolo.

“Continua il nostro impegno per prevenire l’abuso di alcol da parte dei giovani che poi si mettono alla guida per rientrare a casa – commenta il presidente della CRI spezzina Luigi De Angelis - Grazie al supporto del Sindacato nazionale degli agenti di assicurazione, siamo tornati a responsabilizzare i ragazzi spezzini con un’attività che non vuole essere repressiva, ma al contrario di approccio e convincimento “alla pari”, tra ragazzi della stessa età. Anche e soprattutto attraverso attività più di carattere ludico, come un particolare test sulla prontezza dei riflessi che dimostra dal vivo la perdita di lucidità causata dall’eccesso di alcol”.



.

.

.

.

.

.

.

.

.